Sport / Vari

Commenta Stampa

Trapani Arabian Horses Cup- I vincitori


Trapani Arabian Horses Cup- I vincitori
11/03/2013, 11:54

E’ un cavallo siracusano il “best in show” del trofeo Trapani Arabian Horses Cup. Si chiama Eclisse DR, è una fattrice di 7 anni dal mantello baio, ed è di proprietà di Giuseppe Palumbo titolare dell’Aretusia Arabians Team.  

Con la premiazione del cavallo arabo migliore della manifestazione, scelto tra i quattro esemplari che hanno conquistato la medaglia d’oro nelle categorie puledre, puledri, fattrici e stalloni, è calato il sipario sull’edizione 2013 del concorso di morfologia Anica, a carattere internazionale (categoria C), organizzato dal Nuovo Gruppo Equestre Monte Erice.

 

Cento purosangue in gara nel fine settimana hanno dato spettacolo sfilando, accompagnati dai loro handler, sul manto erboso del Campo Coni. Un concorso di bellezza che osserva dei canoni di valutazione ben precisi:  testa e collo, dorso e armonia, arti, movimento e “tipo”.  Prima il trotto lungo il perimetro del campo di gara, poi la “posa” davanti ai giudici.  Un momento di estrema precisione, che  si svolge in un paio di minuti, in cui  l’handler, con il suo frustino, indica al cavallo lo sguardo, la posizione delle zampe, del dorso e del collo da tenere per far rientrare il corpo dell’animale  in un ipotetico quadrato.

Suddivisi per anno di nascita, sabato hanno gareggiato le puledre (categoria 1-3), i puledri ( cat. 4-6) e le fattrici ( cat. 7-9),  domenica mattina gli stalloni (cat.10-12) e i futurity, ossia i puledri e le puledre nati nel 2013 ( cat. 13-14). Infine si è tenuta l’esibizione degli amator (cat. 15 e 16) cioè dei cavalli condotti da handler non professionisti che, fuori concorso, sono stati giudicati dal noto handler Franck Boetto. Per ognuna delle 14 categorie in gara è stata stilata una  classifica e sono stati premiati gli esemplari che si sono posizionati nei primi tre posti. Domenica pomeriggio si sono svolti i campionati dei  puledri, delle puledre,  delle fattrici e degli stalloni ossia una competizione tra tutti quegli esemplari che nelle loro rispettive categorie, dalla categoria n. 1 alla n. 14, si sono piazzati al primo e al secondo posto. Per le puledre, la medaglia d’oro è andata alla n. 22 Aliah IA, 3 anni, allevata in Canada. Quella d’argento alla numero 16, Aretusa Pollon, 3 anni, proveniente dalla Calabria. Medaglia di Bronzo alla numero 4 Magic Selene, un anno ad aprile, proveniente da Salerno. Per i puledri è salito sul primo posto del podio  il cavallo n. 50 Magic Faraone, 3 anni, allevato in Campania, di proprietà di Fontanella Magic Arabians S.r.L. Secondo il numero 26 AG Nobel Massimo, 11 mesi, proveniente da Crotone. Terzo il n.38 Cyperus Quasime, 2 anni. Per le fattrici, medaglia di bronzo per la numero 55 MG Marylu, 5 anni, allevata a Rocca Mena, Palermo; medaglia d’argento per la numero 54 AG Sarona Psyche, 5 anni, allevata a Crotone. Prima si è classificata Eclisse DR, vincitrice anche del best in show. Si sono aggiudicati il primo e il secondo posto due stalloni allevati in Germania. In vetta al podio è salito il numero 72,  Jumanci OS, 5 anni; medaglia d’argento  per il numero 76 MM Fabrizio, 8 anni. Terzo posto per il numero 83 Jandeh Al Naif, 13 anni, allevato in Qatar di proprietà del team Fontanella, Salerno.   

 

La giuria internazionale era composta da Maria Annaratone Ferraroni (Italia), Mohamed Machmoum (Marocco),  Pilar Cavero Pino (Spagna), Tomasz Tarczynski (Polonia). Ring Master: Ivo Ludi. Facevano parte della commissione disciplinare Giampaolo Teobaldelli e Marco Capelli.  

Soddisfatto l’organizzatore dell’evento Antonio Culcasi per l’elevato livello dei cavalli arabi in competizione provenienti da oltre cinquanta allevamenti nazionali e internazionali (Emirati Arabi, Qatar, USA, Brasile, Germania).  Culcasi ha ringraziato l’Anica per aver scelto ancora una volta Trapani come prima tappa del circuito stagionale annunciando che il prossimo anno si potrebbe svolgere in città il campionato nazionale di morfologia.   L’organizzatore del Trofeo ha espresso parole d’apprezzamento nei confronti dei  rappresentanti delle istituzioni e delle imprese locali che hanno sostenuto la manifestazione. Massiccia la partecipazione all’evento da parte della città. Neanche la pioggia battente di sabato  pomeriggio ha impedito ad appassionati e curiosi di gremire gli spalti del Campo Coni per assistere all’affascinante show dei cavalli arabi. Secondo una prima stima, si calcola che nel fine settimana abbiano visitato la struttura circa 3 mila persone provenienti anche da altre città della Sicilia.

L’horse village ha ospitato espositori di attrezzature per cavalli, prodotti artigianali e  dell’eno-gastronomia locali.   All’interno era presente anche uno stand allestito dall’Unione dei Comuni Elimo Ericini per la promozione del territorio e  un’area dedicata ai  pony a cura dal Centro Ippico Fort Apache. Domenica, inoltre, si è svolta la premiazione del concorso di pittura a cui hanno preso parte, per il secondo anno, gli studenti del liceo artistico Michelangelo Buonarroti di Trapani. Un’esibizione live dedicata ai cavalli arabi. Al primo posto si è classificata la studentessa Maddalina Gheorghita, al secondo Matteo Internicola e al terzo Federica Bonaccorso. Momenti di spettacolo con l’esibizione equestre dell’associazione “Arabian’s Ranch Valle del Belice”, in un’originale perfomance di “corteggiamento” delle amazzoni, e con i sinuosi movimenti delle  danzatrici del ventre.

La città già si prepara all’evento del prossimo fine settimana (16/17 Marzo) con il  concorso di salto ad ostacoli, che si terrà sempre al Campo Coni, dove  gareggeranno 120 fantini siciliani.

 

 

Il trofeo “Trapani Arabian Horses Cup - IV Show Internazionale Cat. C (ECAHO)”, promosso dall’Associazione Nazionale Italiana Cavallo Arabo, è stato organizzato dal  Nuovo Gruppo Equestre “Monte Erice con la supervisione dell’Ecaho ( European Cup Arabe Horse Organization).

 

 Patrocini:  Comune  di Trapani, Comune di Paceco, Comune di  Valderice, Provincia Regionale di Trapani, Unione dei Comuni Elimo Ericini,  Regione Siciliana- Assessorato Regionale Risorse Agricole, Assemblea Regionale Siciliana, Fondazione Federico II Palermo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©