Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Treviso, razzismo: cori contro un dodicenne


Treviso, razzismo: cori contro un dodicenne
25/03/2011, 19:03

Cori razzisti ad un babycalciatore di colore. E' successo in provincia di Treviso, durante un match della categoria esordienti tra Casierdosson e Us Silea. Dopo l'espulsione di un giocatore del Cilea sono partiti diversi fischi e insulti contro un ragazzino di colore militante nella formazione avversaria: in particolare alcuni genitori dei calciatori sono stati protagonisti di insulti razziali verso il dodicenne. Sulla vicenda è intervenuto Stefano Okaka, attaccante di proprietà della Roma, ora in prestito al Bari: 'Non ci sono parole - commenta il giocatore - e' assurdo che un genitore vada a vedere il proprio figlio giocare e si ritrovi ad insultare dei ragazzi per il colore della pelle. E pensare che loro dovrebbero dare l'esempio ai giovani: sarebbero da arrestare'

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©