Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TRASFERTA

Udinese-Napoli: imponenti misure di sicurezza


Udinese-Napoli: imponenti misure di sicurezza
27/11/2010, 10:11

Ci sarà un imponente servizio d'ordine domenica allo stadio Friuli per Udinese-Napoli. Lo ha annunciato questo pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sede dell'Udinese Calcio, il questore di Udine, Antonio Tozzi, presenti anche il presidente del club bianconero, Franco Soldati, e il vice questore, Giovanni Belmonte.

Il Comitato provinciale per l'ordine pubblico, recependo anche le raccomandazioni dell´Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e in base all'esperienza dello scorso 7 febbraio, quando si verificarono incidenti provocati prevalentemente da tifosi partenopei, ha disposto una serie di modalità e di limitazioni per l´accesso allo stadio, accompagnate anche da un meticoloso servizio di controllo alla stazione ferroviaria e nelle arterie stradali e autostradali per bloccare coloro che non saranno provvisti di biglietto. "Possiamo rassicurare coloro che andranno allo stadio - ha detto Tozzi - che verrà attuato un piano per evitare il rischio di qualsiasi incidente; del resto, con decreto dell´11 novembre scorso, il prefetto di Udine ha fornito precise indicazioni per evitare il ripetersi degli incidenti del campionato scorso. Ci terremo anche in contatto con altre questure (partenopee, ndr) sull'eventuale arrivo a Udine di persone pericolose, al fine di intervenire prontamente negli ingressi in città e nella stazione ferroviaria. Non trascureremo alcun dettaglio e il servizio d´ordine sarà quello massimale". Le limitazioni riguardano: il divieto assoluto di vendita di biglietti ai residenti in Campania sprovvisti di tessera del tifoso; sospensione della vendita dei tagliandi ai non residenti in regione dal giorno prima dello svolgimento della gara; possibilità di acquistare un solo tagliando per ciascun tifoso, senza possibilità di delega.

Fonte: IlFriuli/UdineseBlog

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©