Sport / Vari

Commenta Stampa

Ajax pareggia all'88' e passa il turno

Uefa: Una sfortunata Fiorentina si fa eliminare allo scadere


Uefa: Una sfortunata Fiorentina si fa eliminare allo scadere
27/02/2009, 09:02

E' stata una Fiorentina quasi perfetta per 88 minuti, ieri sera, sul difficile campo dell'Ajax; ma l'errore di non chiudere la partita quando si poteva è costato caro.
La Fiorentina inizia in attacco e dopo 5' ecco prima Simioli e poi Mutu impegnare severamente il portiere Vermeer. All'8', contropiede dell'Ajax, con Suarez che tira appena dentro l'area, ma Frey vigila e para. Sul capovolgimento di fronte, Mutu prima manca il contatto di testa con un cross di Simioli; poi all'11' manda fuori di poco una punizione dal limite. Al15' passaggio in verticale per Gilardino, che si gira e tira, ma Vermeer para con buona sicurezza. E' un Ajax comunque in affanno, che non riesce a costruire azioni. Da parte sua la Fiorentina costruisce molto, ma pecca di precipitosità in zona offensiva, non riuscendo ad impensierire mai veramente il portiere olandese. Al 30', su calcio d'angolo, Mutu arriva sul pallone di mano, anzichè di testa e viene ammonito. Finisce il primo tempo sullo 0-0, ma i viola avrebbero meritato il vantaggio.
Nella ripresa noncambia il copione, e al 2' cross di Semioli, colpo di testa di Gamberini che finisce sul palo e Gilardino poi si fa fermare da Vermeer. Al 7' punizione da ottima posizione di Suarez e Frey che mette in angolo, nonostante la barriera si fosse aperta. Due minuti dopo, tiro di Donadel, che viene deviato e finisce innocuo tra le mani del portiere dell'Ajax. All'11' tocca a Mutu, che tira a colpo sicuro, ma Vertoghen si oppone col proprio corpo. Al 15' colpo di testa di Gilardino, che Vermeer para senza difficoltà. Ma è il preludio al gol, quando lo sforzo della Fiorentina raggiunge il risultato: passaggio di Mutu per Gilardino che fulmina il portiere olandese con un tiro sotto la traversa. E' l'1-0, meritatissimo. A questo punto la Fiorentina comincia a tirare un po' il fiato, dopo 60 minuti durissimi; e la partita si stabilizza a centrocampo. Le uniche occasioni pericolose diventano un tiro di Vertoghen ed uno di Almeyda, entrambi da lontano e molto alti. Ormai la partita sembra prendere la strada dei supplementari, quando al 43' il patatrac: dormita collettiva della difesa viola, tiro dal limite di Leonardo - entrato al 25' al posto di Griden - che si insacca nell'angolo in basso della porta difesa da Frey. E' l'1-1 che qualifica l'Ajax. La Fiorentina potrebbe passare in vantaggio un minuto dopo, ma Koldrup e Felipe Melo si scontrano in area. Sul capovolgimento di fronte, è Suleiman che impegna Frey. Nel recupero, ci prova ancora Felipe Melo, che prima chiede un rigore per un contatto con un difensore olandese, poi manda alto di testa. Ma ormai è finita, ed è l'Ajax a superare il turno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©