Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Uefa.com: "Napoli, dopo 21 anni stessa passione"


Uefa.com: 'Napoli, dopo 21 anni stessa passione'
14/09/2011, 19:09

L’SSC Napoli torna nella massima competizione per club UEFA ventuno anni dopo l’ultima - amara - esperienza. Allora c’era Diego Armando Maradona, oggi ci sono Edinson Cavani, Ezequiel Lavezzi e Marek Hamšík. Nulla è come prima, neanche la società. Solo la passione dei tifosi è rimasta la stessa, tanto che questa sera lo stadio City of Manchester sarà invaso da migliaia di napoletani.
Nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, insieme con il tecnico Walter Mazzarri, ha parlato il centrocampista Christian Maggio. Grande rispetto per il Manchester City FC ma tanta voglia di lasciarsi tutto alle spalle e scendere subito in campo: “La nostra mentalità non cambia, proveremo a giocarcela senza pressioni”, ha avvertito l’esterno destro della Nazionale. “Serve la testa giusta, siamo prontissimi - ha spiegato - Molti compagni non hanno mai giocato in Champions, sarà una bella esperienza. Dobbiamo affrontare queste gare con tranquillità, senza pensieri e pressioni. Il verdetto arriverà dal campo e noi cercheremo di imporre il nostro gioco e sfruttare le nostre ripartenze come abbiamo sempre fatto in questi due anni e mezzo. Sono convinto che possiamo fare bene”.
Del Manchester City e della sfida di questa sera ha parlato anche Gökhan Inler, il mediano tutto muscoli e fosforo acquistato in estate da Aurelio De Laurentiis per fare il salto di qualità in mezzo al campo. “Il City è davvero forte, ma i conti si fanno sempre alla fine e io sono convinto che abbiamo molte chance di qualificazione”. Inevitabile una domanda su Maradona, l’eroe del Napoli dei due scudetti. “Mi vengono i brividi, noi siamo i suoi eredi”.
Da Inler a Lavezzi: toccherà al Pocho guidare l’attacco del Napoli a Manchester, lui che già un anno fa, in casa del Liverpool FC, timbrò il cartellino con un gran gol in contropiede. “Finalmente il sogno comincia. Stiamo arrivando, senza paura”, ha cinguettato l’attaccante argentino su Twitter. Napoli ci crede.
FONTE: UEFA.COM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©