Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ultrà e calciatori Napoli, pressioni per contratti


Ultrà e calciatori Napoli, pressioni per contratti
16/02/2012, 13:02

'Alcuni calciatori del Napoli mantengono i contatti con i gruppi di ultra' anche perche' ritengono che questi ultimi possano influire sulle scelte della societa' al momento del rinnovo del contratto''. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Napoli, Giovanni Melillo, nel corso della conferenza stampa organizzata per illustrare l'operazione che ha portato oggi alla notifica di 11 misure cautelari nei confronti di tifosi violenti.
Melillo ha citato in particolare Ezequiel Lavezzi e alcune dichiarazioni del calciatore rese nell'ambito di un'altra inchiesta e confluite poi nell'ordinanza cautelare eseguita oggi. Il verbale di Lavezzi e' quello nel quale il Pocho parlava della sua conoscenza con Antonio Lo Russo, il figlio dell'ex capo clan di Miano, Salvatore, oggi collaboratore di giustizia.
 Fabiano Santacroce, ex calciatore del Napoli, ora nel Parma, era legato da vincoli di amicizia con Francesco Fuccia, ritenuto il capo degli ultrà arrestati oggi con l'accusa di avere provocato tafferugli in occasione di diversi incontri del Napoli.

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©