Sport / Vari

Commenta Stampa

UN NAPOLI POCO BRILLANTE CHIUDE UN 2007 POSITIVO


UN NAPOLI POCO BRILLANTE CHIUDE UN 2007 POSITIVO
24/12/2007, 10:12

E’ un 2007 più che dignitoso quello che si chiude per il Napoli, una squadra che nelle ultime gare non ha brillato ma ha avuto un’annata più che positiva. La promozione e ora la corsa Uefa sono i punti focali del percorso 2007 degli azzurri. Ieri, però, contro il Torino il Napoli è sembrato poco incisivo come nelle ultime gare, sei partite otto punti, Lavezzi è apparso poco generoso e fuori fase, e Zalayeta non è riuscito a realizzare le poche azioni che gli sono capitate. 
Dopo un paio di panchine l’unico che ha veramente svegliato la gara è stato Hamsik, il centrocampista con un goal da applausi ha portato in parità una partita che si era messa male se non altro per l’arbitro Trefoloni che si è meritato un bel due per il rigore concesso al Torino realizzato da Rosina e per quello concesso al Napoli fallito da Domizzi.
 E’ 1-1 con il Torino così come con il Siena, ma questa volta il pari è in casa al San Paolo, nota positiva è quella di Calaiò che dopo la brutta figura in Coppa Italia si è ripreso e solo il palo gli ha negato la rete. In confusione, invece, Gargano che ha un po’ perso la brillantezza iniziale. 
Un Napoli che forse inizia a risentire dalla carica di inizio campionato, l’assenza di 6 anni dalla serie A ha il suo peso. Per quanto riguarda gli arbitri restano una nota dolente, non rasserena essere diretti da una classe arbitrale onesta ma incapace, gli errori sono tanti, troppi e i risultati a volte sballati. 
A proposito, Blasi ammonito in finale di primo tempo salterà, perché diffidato, la gara contro il Milan in vista il 13 gennaio dopo non averlo visto il campo contro l’Inter Reja dovrà nuovamente fare a meno del mediano fondamentale per la squadra.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©