Sport / Basket

Commenta Stampa

Under 17 Saces Napoli, cocente eliminazione


Under 17 Saces Napoli, cocente eliminazione
09/06/2011, 10:06

Saces Napoli – Basket Girls Ancona 65-67

Parziali: 13-15/27-31/42-50

Saces Napoli: Orazzo 24, Beneduce 2, Tesone 2, Gentile 0, Scala 9, Gallo 7, Pirozzi ne, Castronuovo ne, De Leonardis ne, Fedele 19, Fiorillo. 2 All. d’Albero.

Basket Girls Ancona: Guida ne, Mataloni 2, Moroni 6, Di Sario 5, Formiconi 34, Reni 10, Angeletti 0, Serini 0, Coppola 0, Mancini 10, Strovegli ne, Finocchi ne. All. Piccionne-Ianni.

Tiri da due: Napoli 19/55, Ancona 20/47. Tiri da tre: Napoli 3/9, Ancona 4/14. Tiri liberi: Napoli 18/24, Ancona 15/25. Rimbalzi: Napoli 41, Ancona 44. Uscite per cinque falli: Serini, Reni, Gallo.

La Saces Napoli viene eliminata dalle finali scudetto under 17 nel modo più beffardo e cocente che si possa pensare. Rimonta stupenda e pareggio a pochi secondi dal termine, con canestro avversario a fil di sirena che fa finire il sogno scudetto. Primi punti del match targati Marida Orazzo, con la guardia partenopea che come sempre prova a trascinare le compagne, ma si gioca punto a punto e le marchigiane si confermano un avversario durissimo. Ancona trova una Formiconi in giornata di grazia, con la difesa partenopea che fatica a tenerla a bada. Al primo intervallo infatti Napoli chiude sotto di due (13-15). Nel secondo quarto la Saces sembra poter prendere il controllo grazie ai canestri della Fedele ma le triple della Formiconi ed i canestri dal pitturato della Mancini consentono ad Ancona di rimanere avanti a metà gara (27-31). Nel terzo quarto Napoli ha un black-out, con le avversarie che ne approfittano prontamente e con un parziale mortifero toccano anche il più quindici sul 31-46 con un libero della Mancini. Napoli reagisce aggiustando finalmente la mano dall’arco e le triple in successione della Gallo e della Fedele la riportano sotto, anche se il vantaggio da recuperare è ancora sostanzioso (42-50). Nel quarto periodo la Saces si gioca il tutto per tutto ed un canestro della Orazzo vale il meno tre (51-54), ma a salire in cattedra è ancora una monumentale Formiconi che segna quattro punti di fila e riporta a distanza di sicurezza le marchigiane (51-59 a cinque dal termine). Fabiana Fedele risuona la carica per le campane ed un altro mini-parziale vale il nuovo meno tre (56-59). Lo svantaggio napoletano rimane inalterato fino all’ultimo minuto, poi Ancona allunga a più cinque (60-65): sembra finita ma la Orazzo prima segna da sotto e poi trova la tripla dell’incredibile pareggio. Proprio sulla sirena però arriva il canestro decisivo di una Formiconi veramente strepitosa (34 punti, un grande applauso per lei).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©