Sport / Vari

Commenta Stampa

Sotto accusa la dirigenza dei New Orleans e i procuratori

Usa: "1000 dollari se lo fai uscire in barella", inchiesta nel football americano


Usa: '1000 dollari se lo fai uscire in barella', inchiesta nel football americano
07/03/2012, 11:03

NEW ORLEANS (USA) - 1000 dollari per far uscire l'avversario dal campo in barella, 1500 per un abbandono della partita e via a salire: secondo quanto sta uscendo fuori da una inchiesta della Nfl (National Football League, l'associazione che riunisce le squadre professionistiche di football americano negli Usa) questo era il "tariffario" che Gregg Williams, allenatore della difesa della squadra di New Orleans, i Saints, avrebbe messo a favore di chi interveniva duramente contro i propri avversari. E un procuratore di diversi giocatori della squadra pare abbia offerto 10 mila dollari per mettere KO un quarterback (cioè il giocatore che per primo prende la palla e guida il gioco) che gli era particolarmente inviso.
E che questo succedesse, secondo l'inchiesta, non era un segreto, tanto che anche l'allenatore capo (in una squadra di football professionistico ci sono diversi allenatori: quello della difesa, quello dell'attacco, quello degli "special team", che entrano in campo per le azioni che partono con un calcio, e l'allenatore capo che coordina tutto, ndr) Sean Payton e il general manager Mickey Loomis.
Una notizia che però viene smentita dai giocatori, che negano cose del genere, anche se ammettono che è uso dare dei premi in denaro per premiare "l'impegno nella partita". Tutto sta a capire se l'impegno venisse misurato dal numero delle ossa rotte all'avversario...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©