Sport / Atletica

Commenta Stampa

Disidratata e con i crampi, supera il traguardo

Usa: per il suo allenatore, finisce la gara carponi



Usa: per il suo allenatore, finisce la gara carponi
03/12/2010, 10:12

USA - Quanto sono lunghi due metri? Un nonnulla, di solito, sono tre passi. Ma sono stati un purgatorio per la 16enne Holland Reynolds, una ragazza americana che partecipava ad una corsa campestre a squadre per la San Francisco University. Dato l'ottimo piazzamento delle sue colleghe, la gara era vinta, bastava arrivare al traguardo. Ma ecco che ad alcune centinaia di metri dal traguardo la ragazza - molto disidratata - comincia ad avvertire i crampi alle gambe. Rallenta, zoppica, ma non si ferma. A due metri dal traguardo, sfinita e dolorante crolla a terra, non ce la fa più. Ma a sostenerla rimane il desiderio di consegnare la vittoria al proprio allenatore, malato di sclerosi laterale amiotrofica da tre anni ed in procinto di abbandonare il proprio mestiere. E allora riesce a mettersi carponi e ad avanzare per quei pochi metri che la separano dal traguardo. La superano in tante (alla fine risulterà 37esima) ma che importa? L'unica cosa che conta è superare quel traguardo, costi quel che costi. E alla fine ce la fa.
Dopo l'arrivo gli infermieri l'hanno caricata in ambulanza e reidratata, mentre la portavano in pospedale per verificare la condizione fisica generale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©