Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

OPERAZIONE DIFFICILE

Vargas-Udinese, voci stoppate sul nascere...


Vargas-Udinese, voci stoppate sul nascere...
07/03/2012, 09:03

«Vargas è molto felice di stare a Napoli, non c’è nessun problema, si tratta di un normale problema di ambientamento e di assimilazione del nuovo modulo di gioco. Ha solo bisogno di tempo per far vedere tutte le sue qualità», il procuratore dell’attaccante stoppa sul nascere la voce di un possibile passaggio di Vargas all’Udinese.

La notizia lanciata da «La Tercera» e ripresa dai siti italiani prospetta un possibile scambio a fine stagione con il colobiano Muriel, attaccante ventunenne del Lecce, di proprietà della società friulana. L’ex bomber dell’Universidad de Chile costato 12 milioni di euro non ha ancora trovato spazio nel Napoli.

Secca è arrivata anche la smentita da Udine. «Se ci interessa il prestito di Edu Vargas dal Napoli? Non prendiamo giocatori giovani in prestito da altre squadre. Credo che non lo faremo neanche questa volta», ha spiegato il ds dell’Udinese, Fabrizio Larini. L’attaccante cileno che con l’Universidad de Chile ha vinto la copa Sudamericana e il campionato di Apertura e Clausura non è ancora riuscito a trovare spazio a Napoli. Un normale periodo di ambientamento, di assimilazione del modulo tattico di Mazzarri, in più il periodo invernale e anche un infortunio che ne ha rallentato ulteriormente l’inserimento. Il tecnico infatti gli stava dando comunque la possibilità di inseririsi gradualmente schierandolo in spezzoni di partita. Vargas dopo l’esordio contro il Cesena in coppa Italia (una serata da dimenticare perchè il cileno era arrivato da pochissimo a Napoli) è stato poi schierato in qualche finale di partita di campionato.

Un investimento importante per il Napoli, dodici milioni di euro, come ricordato la scorsa settimana dallo stesso presidente De Laurentiis. Il club azzurro bruciò la concorrenza a gennaio per assicurarsi il nazionale cileno impegnato la scorsa settimana in un’amichevole negli Stati Uniti contro il Ghana: entrò dopo dieci minuti del secondo tempo. Vargas si era rivisto in panchina contro l’Inter dopo l’infortunio al ginocchio subito nel finale di gara con il Chievo Verona, una distorsione alla caviglia che lo ha tenuto fuori dieci giorni.
FONTE: IL MATTINO
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©