Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Varriale: "Calcioscommesse? Quadro devastante"


Varriale: 'Calcioscommesse? Quadro devastante'
14/05/2012, 14:05

A Radio Crc è intervenuto Enrico Varriale, giornalista della Rai: “Il voto al Napoli credo che bisognerà darlo dopo la finale di coppa Italia. Alla stagione del Napoli comunque non darei un voto inferiore al sette. Non si può dimenticare la grande impresa degli azzurri in Champions League. Poche squadre possono avere un bilancio migliore del Napoli. Le stagioni credo debbano essere considerate anche in base all’organico per esempio penso che la stagione del Napoli sia stata superiore a quella della Juventus. Credo che sarà importante il prossimo mercato ed il colloquio, dopo la coppa Italia, tra Mazzarri e De Laurentiis. Adesso bisogna capire la dimensione del Napoli quale sarà perché la società partenopea ha bruciato tutte le tappe. È necessario adesso consolidarsi e crescere. Sarebbe importante investire su pochi calciatori, ma che facciano la differenza. Se invece si vuole continuare sui giovani, bisognerà avere il coraggio di dirlo ai tifosi. Gli ingaggi? Le politiche delle società guardano a più lunga scadenza. Che il Napoli abbia i conti in ordine è un aspetto positivo. Non è vero che chi più spende, vince ma è anche vero che bisogna trovare un punto di mediazione. La coppa Italia? Per battere la Juventus ci vuole il miglior Napoli. Mazzarri ha ragione quando dice che dopo 50 partite è difficile essere al top della condizione atletica ma è anche vero che in una finale si possono trovare tutte le energie migliori. L’assenza di Chiellini è pesante così come quella di Gargano. Ci vorrà l’acuto dei tenori. Il calcio scommesse? Sulla responsabilità oggettiva non si scherza. Mi è parso di capire che il metro utilizzato nella serie B verrà utilizzato anche nella serie A. Il quadro comunque sembra essere devastante”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©