Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Varriale: "Torna a soffiare il vento del Nord"


Varriale: 'Torna a soffiare il vento del Nord'
02/03/2011, 14:03

La "questione meridionale" è stata dunque definitivamente risolta, almeno nel calcio. Non c’è, semplicemente, più nessuna questione meridionale, perché nessuno la solleva più. "Ma come può Rocchi dare quel rigore e ritrovarsi promosso nelle pagelle di alcuni giornali?". Enrico Varriale, conduttore napoletano di «Stadio Sprint» su Raidue, proprio non riesce a pensarci. Ha visto il penalty assegnato al Milan, la mano di Aronica è da una parte e la faccia dall’altra? "L’ho visto e rivisto. E fin dal primo momento ho detto che era inesistente, non solo per questo ma anche per altri due motivi". Addirittura... "Li elenco: sul cross di Gattuso, il tocco di testa di Pato mette in fuorigioco Ibrahimovic. Poi lo svedese affossa Cannavaro e infine la mano di Aronica non può essere giudicata volontaria. Ho visto che Rocchi ha preso 6 da certi giornali...". Quanto gli avrebbe dato? "Quattro e mezzo". Uno scandalo, insomma. "Se questo episodio fosse avvenuto nell’area del Napoli non so quali sarebbero state certe valutazioni di alcuni quotidiani che hanno dato nel corso della settimana del piagnone a Mazzarri". Come diceva Bonaparte, Dio sta sempre dalla parte del reggimento che ha più cannoni. "Credo che si respiri quantomeno sotto il profilo mediatico una voglia di normalità che punti al duello annunciato tra Milan e Inter escludendo qualsiasi altro terzo incomodo". La bussola punta a settentrione, anche nel calcio? "Questa settimana Mazzarri è stato trattato da piagnone perché si lamentava per certe decisioni. Ma il primo a farlo è stato Capello quando guidava la Roma: parlò di uno strano ”vento del Nord” dopo un arbitraggio di Racalbuto". Ma è sano campanile alludere continuamente all’uso di poteri trasversali? "Qui il campanilismo non c’entra: non si può far finta che la gara di San Siro non sia stata sbloccata da un errore. Magari il Milan avrebbe vinto lo stesso, ma ricordo che nelle gare con la Lazio e la Roma il risultato non si è sbloccato". Resta la prestazione deludente. "Sul piano della personalità e del discorso tecnico sì, legata anche all’assenza di Lavezzi, La squadra ha dimostrato di non avere sostituti all’altezza". Un suggerimento a De Laurentiis? "Spieghi che questo club merita rispetto perché è una delle migliori piazze del calcio italiano". Perché in Rai non c’è più la moviola? "È stata una scelta editoriale che va rispettata. Non credo che la moviola sia il male, il problema è il suo uso, ma forse lunedì sarebbe servita per fare opinione sull’episodio decisivo di un match scudetto".

Fonte: Il Mattino

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati