Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Varriale:"Rifondare il calcio italiano"


Varriale:'Rifondare il calcio italiano'
13/10/2010, 12:10

Il collega di Rai Sport Enrico Varriale, intervenuto a Marte Sport Live, ha commentato quanto accaduto ieri a Marassi in occasione di Italia - Serbia, partita valida per le qualificazioni al prossimo europeo.
"Ieri si è visto uno spettacolo vergognoso. Gli unici che hanno vinto sono stati quei delinquenti. Bisogna fare un plauso ai responsabili della sicurezza perchè la situazione poteva degenerare e mettere a rischio la sicurezza dei tifosi italiani. In ogni caso resta da chiedersi come hanno fatto ad entrare nello stadio quei personaggi con tutti quei fumogeni. L'applauso dei giocatori serbi ai tifosi è stata una vera caduta di stile così come il segno delle tre dita, simbolo dei nazionalisti serbi. Forse gli era stato chiesto di fare qualche gesto per calmarli, ma io non darei la colpa ai giocatori che sono stati anche aggrediti nel pre partita. Ci sono molti punti su cui fare chiarezza. Adesso mi aspetto delle decisioni forti da parte della UEFA."
Continuando a parlare di nazionale, l'under 21 eliminata dall'Europeo e dall'Olimpiade è il chiaro segno che c'è bisogno di una rifondazione.
"Pagherà per tutti Casiraghi, ma è troppo facile dare la colpa sempre al commissario tecnico. Da un pò di tempo ormai l'under 21 non produce più i talenti di una volta. Farsi eliminare da una squadra battuta 2-0 all'andata è un brutto segno, bisogna rifondare un pò tutto."
Il discorso si sposta sul Napoli e più precisamente su Cavani. L'uruguaiano in questo momento non sbaglia un colpo.
"Il buon momento di Cavani è la conferma che i giocatori importanti nel campionato italiano sono tutti stranieri. In questo momento Cavani non sbaglia mai, al contrario dei nostri attaccanti italiani che in casa nostra fanno bene ma in Europa non trovano continuità."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©