Sport / Vari

Commenta Stampa

Vela. Conclusa la settimana dei Tre Golfi a Napoli


Vela. Conclusa la settimana dei Tre Golfi a Napoli
21/05/2012, 11:05

Napoli, 20 maggio 2012 – Chiude senza vento la Settimana velica dei Tre Golf – Trofeo Fai-Baia di Ieranto, organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia, con il supporto dei partner Ferrarelle Spa, UBI Banca e Marina Yacthing.

Dopo due giornate ideali per i regatanti, con brezze perfette, sole e mare ideale, il Golfo di Napoli ha tradito i velisti, nella giornata conclusiva, lasciandoli a terra e costringendo la giuria a dichiarare l’annullamento delle ultime prove in programma nella giornata di domenica.



Risolta la questione dei ricorsi presentati ieri nell’ultima prova disputata da diversi equipaggi della classe X-41, che lamentavano una non corretta segnalazione della giuria per variazione di percorso, la giuria ha licenziato la prova vinta da Le Coq Hardì (CRV Italia) che tutto sommato non ha alterato la classifica generale finale.



Dunque a vincere il Campionato Nazionale Open della classe X-41, dopo sei prove ed uno scarto, è stata Sideracordis dell’armatore Pier Vettor Grimani, della Compagnia della Vela di Venezia, che ha conquistato la vittoria finale con un solo punto di vantaggio sul team estone di Technonicol, dell’armatore Riho Taluuma del YC Kalev di Tallin. Terzo gradino del podio per Le Coq Hardì, dell’ armatore Maurizio Pavesi, del Circolo del Remo e della Vela Italia, con alla tattica il velista di Coppa America Paolo Cian, che ha concluso a quattro punti dal vertice.



Senza regatare la classifica della divisione ORC non ha ovviamente registrato cambiamenti con i titoli di Campioni Nazionali del Tirreno che sono andati, nel raggruppamento delle barche grandi, a Selene, dell’armatore Massimo de Campo dello YC Lignano, che ha preceduto ARS Una (CV Aquarella) dell’armatore Vittorio Biscarini, per un solo punto di vantaggio e per tre lunghezze su Nientemale (LNI Pozzuoli) di Giuseppe Osci e Riccardo Calcagni.



Tra le barche più piccole l’altro titolo di Campione Nazionale del Tirreno è stato vinto dalla napoletana Scugnizza (CC Napoli), dell’armatore Vincenzo De Blasio che ha preceduto Alvarosky (CV Siciliano) dell’armatore Francesco Siculiana, che ricopre il ruolo presidente dell’UVAI (Unione Vela d’Altura Italiana). Terza Sexy dei napoletani Carlo e Marco Varelli soci del C.N.della Vela.



Assegnato ad un’imbarcazione napoletana il “Trofeo Fai – Baia di Ieranto”, messo in palio dalla delegazione partenopea del Fondo Ambiente Italiano che si occupa della tutela e della riqualificazione della Baia di Ieranto, a Punta della Campanella. Grazie alla combinata realizzata sulla somma della regata d’altura dei Tre Golfi e delle prove sulle boe, nella divisione ORC overall, il premio è stato assegnato all’equipaggio del Circolo Canottieri Napoli di Scugnizza.



Nella divisione IRC, per le barche grandi, ha trionfato Vahiné dell’armatore Francesco Rapon, del Circeo YVC, che ha vinto tutte e quattro le regate disputate nelle giornate di venerdì e sabato, e tra le imbarcazioni più piccole vittoria finale per Squalo Bianco (Concetto Costa) del NIC Catania che vince anche la combinata della Settimana dei tre Golfi nella divisione IRC.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©