Sport / Vari

Commenta Stampa

Venerdì il trofeo Campania al Palavesuvio, In duemila under 16 per le Olimpiadi regionali


Venerdì il trofeo Campania al Palavesuvio, In duemila under 16  per le Olimpiadi regionali
06/10/2011, 10:10

Duemila partecipanti, milleduecento atleti, centocinquanta tecnici, cento dirigenti, una trentina di discipline sportive, otto campi di gara. Sono i numeri della prima edizione del Trofeo Campania in programma da venerdì 7 a domenica 9 ottobre e riservato agli Under 16 più promettenti della regione divisi in rappresentative provinciali.

L'evento organizzato dal Comitato Regionale Coni, presieduto da Cosimo Sibilia, in collaborazione con i Comitati Provinciali dell'Ente, le Federazioni e gli Enti di Promozione Sportiva, rappresenta uno stimolo e un motivo di orgoglio per tutto il movimento sportivo regionale giovanile perché offrirà ai partecipanti emozioni simili a quelle che i loro colleghi più celebri possono provare con la partecipazione a manifestazioni di carattere internazionale.

I Giochi saranno aperti venerdì pomeriggio alle ore 18 nella cerimonia inaugurale in programma al PalaVesuvio di Ponticelli e alla quale parteciperanno autorità istituzionali, civili, militari e sportive.

Dopo la sfilata delle rappresentative di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno, precedute dai gonfaloni delle rispettive Province, tedofori d'eccezione i campioni olimpici e paralimpici Pino Maddaloni e Imma Cerasuolo che accenderanno il tripode dando il via a un fantasmagorico spettacolo di animazione che coinvolgerà ed emozionerà tutto il pubblico partecipante.

Poi il via alle olimpiadi giovanili regionali. Napoli, padrona di casa, avrà la rappresentativa più folta con 340 atleti, in 269 arriveranno da Salerno, 239 da Caserta, 190 da Avellino, 184 da Benevento.

Otto gli impianti sportivi coinvolti a Napoli, che per questa prima edizione ospitera' l'evento. Il PalaVesuvio farà la parte del leone con judo, lotta, karate, danza, ginnastica, pallamano, scacchi, pallacanestro, atletica, palla pugno, kick boxing, tiro con l'arco, tennistavolo e sport disabili. Il campo "G. Leone" di Pomigliano d'Arco ospiterà il rugby. Poi nuoto, pallanuoto e taekwondo a Barra; tiro a segno a via Campegna; bocce, pallavolo, tennis a Cercola; scherma all'Accademia del Vomero; canoa a Bacoli, motonautica a Baia.

Mentre le premiazioni relative alle varie finali in programma avranno luogo sul campo, l'assegnazione del Trofeo Campania, realizzato appositamente da un noto scultore campano, alla rappresentativa vincitrice avverrà in un secondo tempo, a conclusione della elaborazione dei punteggi assegnati per le singole discipline e che, sommati secondo uno schema già collaudato, forniranno la classifica conclusiva. In una solenne cerimonia verrà consegnato il Trofeo, che rimarrà un anno presso la sede provinciale del Coni, dichiarato vincitore per l'edizione 2011, per essere poi rimesso in palio l'anno successivo nella seconda edizione.

"Il progetto è propedeutico a quello del Trofeo Italia - spiega il presidente del Comitato Regionale Coni, Cosimo Sibilia - che potrà essere realizzato quando tutte o quasi le Regioni riusciranno a organizzare la loro iniziativa, in modo da costruire a livello centrale un grande evento che possa coinvolgere non solo in un momento di sano agonismo, ma anche di aggregazione socio culturale e di interscambio di esperienze, i giovani che si avviano in tutta Italia alla pratica sportiva".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©