Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ventura: "Mi piacerebbe allenare il Siena"


Ventura: 'Mi piacerebbe allenare il Siena'
11/05/2011, 14:05

A Radio Crc è intervenuto Giampiero Ventura, ex allenatore del Napoli:
“Trovare un compromesso tra Mazzarri e De Laurentiis non porterebbe nulla di buono, se invece si arrivasse ad una riappacificazione tra i due, allora il discorso cambierebbe. Credo che ci siano stati dei problemi di comunicazione perché quella del Napoli è stata un’annata importante, tanto che il club partenopeo si trova ad un punto dalla Champions diretta. Quando si disputa un campionato eccezionale, come quello di quest’anno, ci possono essere richieste per l’allenatore da parte di altri club ma credo che quando si ha a che fare con persone intelligenti e professionali, attraverso la correttezza della comunicazione si arriva sempre ad un compromesso. Avere come tecnico un Mazzarri che non ha più gli stimoli giusti credo sia controproducente, avere un rapporto senza feeling credo sia ancora controproducente per cui se il tecnico livornese e il presidente non riusciranno a capirsi, è meglio che e strade si separino. Nel finale di stagione contano le motivazioni, l’Inter non ha più nulla da chiedere a questo campionato, mentre il Napoli è a un passo dal raggiungimento della Champions diretta, quindi credo che domenica nella partita, che sia pareggio o vittoria, le motivazioni del Napoli avranno il sopravvento. Il Siena si dirige su di me? Il lavoro che ha fatto Conte è stato importante, ma se andasse via, mi farebbe piacere allenare il Siena perché è mentalmente una squadra già preparata. Così sarei contento io e anche Conte che andrebbe alla Juventus ad avverare il suo sogno. Perché a Napoli si vocifera che arrivi Reja e non Ventura? Reja ha disputato tre annate importanti a Napoli, Ventura invece viene ricordato come quello che doveva vincere i campionati senza giocatori e senza pallone. Mi sarebbe piaciuto allenare di nuovo il Napoli però in questo momento credo che sia giusto che Reja, se Mazzarri andasse via, avesse una chance per ritornare a Napoli. Nel caso dovessi andare a Siena, mi piacerebbe portare dal Napoli uno a caso tra i tre lì davanti”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©