Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AVVERSARIO

Ventura: "Napoli piange? Siamo abituati"


Ventura: 'Napoli piange? Siamo abituati'
17/04/2010, 18:04

L'emergenza c'è. È un dato di fatto da tre settimane a questa parte per i tanti indisponibili. Ma contro una formazione come il Napoli, che ha un solo risultato a disposizione - la vittoria - noi punteremo a giocarcela e a conquistare i tre punti». La vede così il tecnico del Bari, Giampiero Ventura, alla vigilia della partita con i campani al San Nicola. «Incontro - spiega - tanti tifosi che mi dicono: 'Battiamo il Napoli, poi possiamo perderle tutte...'. In realtà noi dobbiamo crescere ancora quanto a mentalità e approccio alle partite. Sul piano tattico Mazzarri ci renderà dura la vita, e dovremo stare attenti alle invenzioni di Lavezzi o Hamsik, poi Denis sarà un pericoloso perno centrale». «Il piagnisteo del Napoli? Normale, ci siamo abituati. Ma la qualità della squadra partenopea e del suo allenatore - conclude - non si discute». 

I numeri dell'emergenza: «Siamo diciotto contati. Si è fermato anche Sestu». Almiron? «Potrei convocarlo. Non ho nessun centrocampista per la panchina. Ho un dubbio per la fascia sinistra tra Koman, Allegretti e Salvatore Masiello», conclude. Allenamento di rifinitura per la squadra pugliese che vede allungarsi la lista degli indisponibili: a Ranocchia, Kutuzov, Donda, Donati, Kamata, Rivas e Pisano si sono aggiunti stamattina Sestu (problemi gastro-enterici) e Meggiorini (pubalgia). Potrebbe andare in panchina Almiron, insieme al giovane ungherese Gosztonyi. Donati, Meggiorini e Almiron saranno sicuramente a disposizione per la prossima trasferta a Torino contro la Juventus
fonte:corrieredellosport

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©