Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Vialli: "Mazzarri, resta a Napoli!"


Vialli: 'Mazzarri, resta a Napoli!'
06/05/2011, 13:05

A Radio Crc è intervenuto Gianluca Vialli, ex calciatore italiano:
“Il Napoli credo vada rinforzato con intelligenza. Di solito, una volta ottenuta la Champions, si rischia di non fare molto bene in campionato perché ci si concentra troppo nella Champions, poi con la maturità si arrivano a fare bene entrambe le competizioni, ci vogliono però un paio di stagioni. Spero per il Napoli che faccia un bell’esordio in Champions e sono sicuro che porterà tanto entusiasmo ed interesse. La società deve passare attraverso questo genere di esperienza per poi poter gestire bene entrambe le competizioni. La campagna acquisti del Napoli già da qualche anno mi sembra essere fatta in maniera oculata, scegliendo giocatori giusti quindi credo che la società azzurra opererà con un occhio al bilancio comprando giocatori esperti, insieme a quelli che hanno fame di vittoria. Qualche nome importante è stato già fatto, però credo che il Napoli si stia comportano bene anche in fase di campagna acquisti. Utilizzando il 3-4-3 gli attaccanti azzurri si muovono molto, non danno punti di riferimento, il problema è che è un tipo di gioco che stanca molto perché c’è un grande dispendio di energia per cui una volta alla settimana è anche comprensibile giocare con questo modulo, ma diventa più difficile quando giochi più competizioni. Il Napoli dovrà trovare o un modulo alternativo, oppure avere una rosa più ampia. Da tifoso della Samp, domenica dovrò tifare per la mia squadra nel derby ligure perché la Sampdoria ha bisogno di salvarsi. Inoltre e non mi nascondo, sono un tifoso del Manchester United. Credo che se Mazzarri fosse furbo, andrebbe alla Juventus, se fosse coraggioso resterebbe a Napoli. Dico che dovrebbe essere coraggioso perché Napoli è un ambiente in cui ha ancora da mettersi in discussione e spero che metta in campo il coraggio quando sarà il momento per il tecnico livornese di prendere la sua decisione”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©