Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ore 15:30 conferenza stampa del mister a Castelvolturno

VIDEO - Conferenza stampa Benitez, segui la diretta

Notizie in tempo reale

.

VIDEO - Conferenza stampa Benitez, segui la diretta
13/09/2013, 10:57

CASTELVOLTURNO - Segui in tempo reale su Julienews e JulieItalia, Telelibera e Orion Tv la conferenza stampa di Mister Benitez da Castelvolturno.

15.34 - E' arrivato in conferenza l'allenatore del Napoli Rafa Benitez.

Con l'Atalanta vedremo turnover? "Io devo essere coerente, la prossima gara è sempre quella più importante. Con l'Atalanta è la sfida più importante, la Champions verrà dopo. Tutti i giocatori saranno importanti: se dobbiamo utilizzare giocatori diversi non è turnover".

Le prossime tre gare schiuderanno le prospettive del Napoli? "Si vince alla fine del campionato, non dopo poche partite. Noi lavoriamo e vedremo tra dieci partite dove saremo. Ora siamo al vertice, ma non cambia niente e dovremo lavorare fino alla fine".

Guarderà Inter-Juve? "Io penso alla mia partita, concentrandomi su noi stessi, dopo vedremo cosa avranno fatto. Qualcuno mi informerà, ma per noi non cambia nulla".

Mazzarri diceva che la Champions può togliere anche dieci punti al campionato. E' d'accordo? "Farò giocare chi ha giocato meno in alcune gare, se vinciamo va tutto bene, se perdiamo molti diranno che abbiamo perso punti. Se vogliamo competere su tre competizioni dobbiamo utilizzare la rosa dei giocatori. Di Higuain ad esempio non ne abbiamo un altro, ma lui gioca se sta bene, se un altro sta meglio giocherà lui. Il nome non fa differenza".

Quest'anno può essere quello buono per il terzo scudetto? "Ho sentito varie volte discorsi se ho paura di nominare la parola scudetto. Bisogna capire che si vince alla fine. Non abbiamo paura di essere al vertice, se ripetiamo le cose in allenamento bene possiamo vincere contro tutti".


Ci sono giocatori che ti danno maggiori garanzie e che giocheranno? "Sì. Ad oggi però per me non ci sono molte differenze tra uno e un altro".

Le condizioni di Hamsik e l'inserimento di Zapata: "I giocatori dopo gli impegni delle nazionali fanno un allenamento molto meno intenso. Marek ha fatto una sessione normale, quindi con meno intensità. Ora vediamo nel secondo se quacuno avrà problemi. Per Zapata sono sorpreso: ha capito subito le prime cose come macchina, telefono, casa ed si è integrato parlando spagnolo con me ed i suoi compagni. Ora deve lavorare fisicamente perchè nell'ultimo periodo tra Inghilterra, Argentina, Colombia e vari spostamenti ha perso un pò di condizione".
Qualcuno ha già la testa al Borussia? "Se non andrà bene in questa partita sotto il profilo dell'atteggiamento mi daranno un segnale negativo e giocheranno meno partite".

Mertens in che ruolo può giocare? "Ha giocato alla sinistra, ha lo stesso stile di Lorenzo, ma può giocare in tutti i ruoli dietro la punta. Avrà una possibilità come l'avranno gli altri".

A Verona distrazioni dei singoli oppure ha lavorato sulla difesa? "Chiaramente ho avuto due distrazioni, ma la cosa importante è la fase difensiva. Abbiamo lavorato anche in difesa con Cannavaro, Britos, Mesto e gli altri. Loro non devono temere nulla, non si deve aver paura di compiere un errore, perchè poi non si gioca la prossima gara".

Si potrà assistere a qualche allenamento? "Si può organizzare, ma sicuramente non quando faremo la tattica".

Cosa teme di più dell'Atalanta? "L'importante è la nostra squadra, dobbiamo fare quello che proviamo in allenamento. E' sicuramente una squadra d'esperienza in difesa, mentre davanti con tre punte possono fare male. Non faccio nomi, l'importante è la nostra squadra".

15.55 - Termina la conferenza stampa.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©