Sport / Kart

Commenta Stampa

Vittoria CRG con Max Verstappen in KZ a Wackersdorf


Vittoria CRG con Max Verstappen in KZ a Wackersdorf
24/05/2013, 10:55

Wackersdorf (Germania). Spettacolare e schiacciante vittoria CRG con Max Verstappen in KZ a Wackersdorf nel primo appuntamento del Campionato Europeo CIK-FIA, in un weekend dominato nella massima categoria dalla casa italiana e dal pilota olandese che si è aggiudicato tutto, senza lasciare scampo agli avversari, in un percorso netto che in Germania lo ha visto prevalere fin dalle manches eliminatorie, quindi in Prefinale e in Finale, con tanto di giro più veloce in tutte e due le gare conclusive.

 

Unico “tallone d’Achille” di Max Verstappen è la partenza, non ancora perfetta al suo primo anno di esperienza nella categoria con il cambio, che anche sul toboga di Wackersdorf ha permesso qualche vanasperanza iniziale ai suoi rivali. Ma sono sempre stati sufficienti pochi giri per far prendere il volo al giovane pupillo della CRG assistito da un telaio super come il Road Rebel KZ e da un motore TM messo a punto direttamente da un tecnico d’eccezione come suo padre, l’ex pilota F1 Jos Verstappen.

 

PROTAGONISTI ANCHE GLI ALTRI PILOTI CRG. Se Max Verstappen ha potuto dimostrare tutta la propria superiorità senza incontrare alcun problema, in Finale purtroppo è mancato un risultato ancora più eclatante che per tutto il weekend sembrava essere alla portata della squadra, viste le premesse del tris vincente realizzato nelle prove ufficiali con Pex, Verstappen e Forè aiprimi tre posti. Primo fra tutti, non è andata come doveva andare a Jorrit Pex, anche lui dominatore insieme a Verstappen fino alla Prefinale. Poi però nella gara conclusiva Pex, dopo un bel secondo posto in Prefinale e un avvio fulminante in Finale, si è dovuto accontentare del sesto posto conclusivo per un problema di grip ai pneumatici.

 

Una doppia gara “super” l’ha messa a segno anche Jordon Lennox-Lamb, vero combattente con il suo CRG-Parilla. Dopo un incidentenelle manches che lo aveva fatto precipitare in 19.ma posizione sulla griglia di partenza della Prefinale, ha concluso questa gara con una rimonta strepitosa fino al 7. posto. In Finale si è fatto ancora valere concludendo in quinta posizione, davanti a Pex. Davvero eccezionale la sua rimonta in Prefinale in un circuito difficile come quello di Wackersdorf, da 19.mo a 7.mo! In Finale avrebbe meritato il podio.

 

Ha mancato il podio anche Davide Forè, in forza al team DTK. Scattato in Finale dalla quarta posizione con grandi possibilità di ben figurare, nella gara conclusiva gli è mancata però un po’ di potenza nel motore ed ha concluso all’8. posto.

 

Il weekend tedesco sembrava sorridere anche a Jonathan Thonon, su CRG-Maxter, ma le speranze del 4 volte campione del mondo sisono infrante in Prefinale, quando insieme al compagno di squadra Fabian Federer (CRG-Modena) sono “franati” addosso a Ben Hanley bloccato dal motore grippato. In Finale Thonon ha recuperato molto bene fino al 14.mo posto con il quarto miglior crono sul giro, nonostante un contatto a inizio gara, mentre Federer ha concluso al 18.mo posto.

 

IN KZ2 SUPER TIENE, NONOSTANTE TUTTO. Un altro pilota CRG che nella categoria con il cambio sta dimostrando un notevole adattamento è Felice Tiene, campione del mondo KF2 e praticamente all’esordio in KZ2, ma assoluto protagonista di questo primo appuntamento europeo su CRG-Maxter. Il weekend di Tiene era iniziato bene con il sesto tempo nelle prove ufficiali ed era proseguito ancor meglio nelle manches di qualificazione, con 5 vittorie (di cui una tolta per un problema tecnico) e un ritiro per aver subito un tamponamento alla prima curva del primo giro.

 

Nonostante i due contrattempi incontrati nelle manches, Tiene non ha mancato il riscatto nella sua Prefinale con una rimonta che lo ha portato dal 10.mo al 2. posto con il giro più veloce in gara.

 

Incredibile invece la Finale di Tiene, fermato per un problema al paraurti posteriore come conseguenza di un tamponamento subito nelle fasi inziali della gara quando stava occupando la quarta posizione ed era pronto all’attacco finale. Una vera beffa per il pilota italiano che avrebbe potuto conquistare tranquillamente un risultato molto prestigioso.

 

In gara in KZ2 anche Alex Palou, vice campione europeo della KF3 e vice campione della WSK Euro Series. Al debutto in questa categoria, per il pilota spagnolo si è trattato di un weekend di adattamento. Anche lui su CRG-Maxter, per poco non è riuscito a qualificarsi per la Finale dopo aver superato lo scoglio delle manches di qualificazione. In Prefinale Palou si è infatti piazzato 19.mo a un soffio dall’accesso in Finale.

 

La Finale della KZ2 è stata vinta da Riccardo Negro (DR-Tm) davanti a Marco Zanchetta (Maranello-Tm). Nella top-ten, quinto l’olandese Dominik Schmidt di CRG Holland su CRG-Tm e al nono posto il croato Kristijan Habulin del team KK1 su CRG-Modena.

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO. La seconda e ultima prova del Campionato Europeo KZ e KZ2 è in programma a Genk il 30 giugno.

 

CLASSIFICHE DEL CAMPIONATO EUROPEO.

KZ: 1. Verstappen (CRG-Tm) punti 25; 2. Lammers (Intrepid-Tm) 20; 3. Ardigò (Tony Kart-Vortex) 16; 4. Abbasse (Sodi-Tm) 13; 5. Lennox (CRG-Parilla) 11; 6. Pex (CRG-Tm) 10; 7. Di Martino (Energy-Tm) 9; 8. Forè (CRG-Tm) 8; 9. Hajek (Praga-Parilla) 7; 10. Toninelli (Birel-Tm) 6; 11. De Conto (Birel-Tm) 5; 12, Leclerc (Art-Tm) 4; 13. Camplese (Intrepid-Tm) 3; 14. Thonon (CRG-Maxter) 2; 15. Davies (First-Tm) 1.

 

KZ2: 1. Negro (DR-Tm) punti 25; 2. Zanchetta (Maranello-Tm) 20; 3. Johansson (Energy-Tm) 16; 4. Antonsen (DR-Tm) 13; 5. Schmidt (CRG-Tm) 11; 6. Lundberg (Maranello-Tm) 10; 7. Marcon (Tony Kart-Vortex) 9; 8. Tilloca (Maranello-Tm) 8; 9. Habulin(CRG-Modena) 7; 10. Flault (Sodi-Parilla) 6; 11. Marconi (First-Tm) 5; 12. Oberg (Gillard-Tm) 4; 13. Paauwe (Birel-Tm) 3; 14. Da Silva (Birel-Tm) 2; 15. Kooijman (CRG-Tm) 1.

 

LE INTERVISTE. Euan Jeffery, team manager CRG: “In KZ abbiamo avuto ancora una volta un fantastico Max Verstappen, davvero incredibile vedere in un ragazzo di appena 15 anni l’abilità nella gestione della gara e la sua attitudine alla vittoria. Siamo però molto contenti della performance di tutti i nostri piloti, perché tutti sono stati molto competitivi. Pex purtroppo in un giro della Finale ha “sporcato” le gomme e ha avuto difficoltà nel riprendere il grip ottimale, altrimenti avremmo potuto vedere più di un pilota CRG sul podio, come le premesse del weekend ci avevano indicato. Belle prestazioni sono state offerte anche da Forè e da Lennox, così come da Thonon e Federer anche se questi ultimi penalizzati inFinale da una partenza in fondo allo schieramento. Anche in KZ2 abbiamo avuto belle conferme di competitività, anche da parte dei tanti piloti dei team privati che hanno corso con il nostro materiale. Ci dispiace molto per Felice Tiene, fermato per il paraurti rientrato all’interno della ruota posteriore per un tamponamento subito in Finale. Per Palou si è trattato della sua prima veraesperienza in KZ2, ma ha imparato molto.”

 

Max Verstappen, KZ: ”La Prefinale è andata bene e la Finale ancora meglio. Ho potuto controllare il vantaggio esono stato attento a non compromettere le gomme. La Finale di 24 giri è davvero lunga per le gomme, ma sono soddisfatto. La chiave per essere così veloci? Tutto deve essere perfetto: telaio e motore devono essere un perfetto connubio. Mi dispiace per Jorrit Pex, è stato sfortunato. Al secondo giro c'era un punto della pista davvero scivoloso. Sia io che Pex abbiamo rischiato di finire fuori e lui ha perso qualche posizione. Certo deve essere stato un dispiacere per lui e anche io sono dispiaciuto per come gli sono andate le cose. Per me tutto il weekend è andato bene. Ringrazio CRG, mio padre e TM Engines. Il prossimo appuntamento dell’Europeo sarà in Belgio a Genk, per me è il circuito di casa. Vedremo cosa riusciremo a fare.”

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©