Sport / Calcio

Commenta Stampa

LE PAGELLE

Voti e commenti alla prestazione degli azzurri


Voti e commenti alla prestazione degli azzurri
07/03/2010, 18:03

DE SANCTIS voto 5: Non processabile per direttissima sulla zampata di Zalayeta, è pienamente condannabile in occasione del raddoppio beffardo disegnato dalla punizione di Adailton. Prova a riscattare se stesso e la squadra tutta con l’assalto finale lanciato dalla propria porta. IMPUTATO
CAMPAGNARO voto 5: Ancora una caduta rovinosa dopo gli errori che hanno lanciato la Roma al San Paolo. Troppo bruciante la soffiata di Zalayeta. SCOTTATO
IL MIGLIORE - CANNAVARO voto 6: L’unico tassello che rimane saldo al suo posto nella scombussolante trasferta bolognese. BALUARDO
RINAUDO voto 5,5: Ha il merito di tenere a galla il risultato grazie al goal, purtroppo illusorio. Oltre a questo non mostra mai una sicurezza adeguata. TRABALLANTE
MAGGIO voto 5: Il treno è sconsolatamente fermo, immobile, perso in un passaggio a livello che sembra segnare la fine del carburante. CAPOLINEA
ARONICA voto 5: Soffre a dismisura Buscè ed i suoi affondi non riuscendo mai a garantire il giusto equilibrio in mezzo al campo. SPAESATO
PAZIENZA voto 5,5: Impreciso e spesso schiacciato dagli avversari, non costituisce un ostacolo adeguato. IN AFFANNO
GARGANO voto 5,5: Trascorre la seconda parte del match a rincorrere la versione più brutta di sé mostrata nella prima. Alla fine risulta apprezzabile per la dose di buona volontà, nulla di più. GENEROSO
HAMSIK voto 4,5: Perso nell’oblio di se stesso, nei bei tempi passati. Poco incline al sacrificio in interdizione, troppo sufficiente nell’atteggiamento a ridosso dell’area. Nel dibattito sul tridente la sua presenza ingiustificatamente indispensabile pesa come un macigno. ARISTOCRATICO
LAVEZZI voto 5: Fisicamente in difficoltà evidente. Le prova tutte per recitare la parte del deus ex machina della squadra. Troppo indispensabile la sua presenza anche nella sua peggiore e quasi improponibile versione. MESSIA
IL PEGGIORE - QUAGLIARELLA voto 4: Ufficialmente in crisi. Si perde e si contorce in una dimensione astratta. Insistere può risultare irrimediabilmente delittuoso, per lui e per la squadra. TILT
DENIS (dal 4’ st) voto 5,5: Un po’ di peso nel reparto offensivo. Nulla di più, oltre alla solita occasione sottoporta sprecata. MANGIONE
MAZZARRI voto 5: Tralasciando l’irrisolta sterilità offensiva, a far riflettere è la distanza abissale tra quanto dichiarato in settimana rispetto a quanto visto in campo. Se i deludenti Quagliarella, Hamsik e Maggio hanno guadagnato la maglia da titolare perché più in forma rispetto agli altri, c’è da preoccuparsi. INCOERENTE

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©