Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LE PAGELLE

Voti e commenti alla prestazione degli azzurri


Voti e commenti alla prestazione degli azzurri
28/03/2010, 19:03

DE SANCTIS voto 6: Impegnato per poco o nulla, gli capita di ringraziare la traversa dopo pochi minuti di gioco e di mettere il risultato in cassaforte raccogliendo un paio di palloni finali tra le braccia. TRANQUILLO
 
GRAVA voto 7: Ringhia, morde e strappa. Mascara è costretto ed emigrare prima di essere frantumato, Martinez è liquidato docilmente. CICLONE
 
IL MIGLIORE – CANNAVARO voto 7,5: Un boato sotto forma di goal vittoria, il sigillo all’esplosione finale delle sue qualità che coincide con l’implosione dei luoghi comuni sul suo conto. Il capovolgimento di teorie frutto del peso di un macigno scritto sulle spalle. BIG BANG
 
CAMPAGNARO voto 7: Soffre inizialmente sul versante condiviso con Zuniga. Martinez lo punge in più occasioni. Nella ripresa torna a vestire gli eclettici panni di colonna difensiva, arcigno centrocampista e compagno di scampagnate offensive del pocho. Il suo contributo traccia un sentiero,  un calciatore, un congiungimento. ASSE MEDIANO
 
ZUNIGA voto 5,5: Soffre Martinez, in fase offensiva non riesce a creare pericoli. CALANTE
 
MAGGIO voto 5,5: Nel primo tempo è l’unico, infruttuoso, motivo di gioco. Impreciso nei suggerimenti, opaco nella condizione. AFFATICATO
 
GARGANO voto 6: Arruffone e disordinato, riesce a modo suo ad arginare Biagianti ed Izco. In più ha il merito di auto innescarsi in modo perpetuo oltre la mediana per cercare di aprire spazi ai compagni. STANTUFFO
 
PAZIENZA voto 7: Risorsa inesauribile del centrocampo, preziosissimo valore aggiunto in area di rigore. Cancella Ricchiuti, sbroglia vari nodi difensivi. VIRTUOSO
 
HAMSIK voto 6: Torna ai livelli pianeggianti dell’ultimo periodo. Non incontra i picchi altissimi come contro la Juventus. Si limita a vivacchiare tra la mediana e la fase offensiva prima che Mazzarri capisca che non ne ha davvero più. RISERVA
 
QUAGLIARELLA voto 6,5: Nell’ingorgo iniziale prova disperatamente a portare acqua dalle zone arretrate dell’attacco poi trova la profondità grazie ad una crescente intesa con Lavezzi. Manca solo l’appuntamento con il goal. IMPRECISO
 
LAVEZZI voto 6,5: Determinante per intensità e ripetitività degli affondi. Meno lucido delle ultime esibizioni, coinvolgenti gli scambi con Campagnaro. COLLABORATIVO
 
MAZZARRI voto 7: L’esame di maturità è superato con tanta abnegazione ed impegno. Il muro catanese è sfondato grazie all’intensità liberata nella ripresa. Una guida determinante per il superamento della prova. RETTORE

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©