Sport / Motorsport

Commenta Stampa

WSBK: pensieri e parole di Haga e Fabrizio, aspettando Assen...


WSBK: pensieri e parole di Haga e Fabrizio, aspettando Assen...
21/04/2009, 20:04

La corazzata Ducati  Xerox si presenta ad Assen con i favori del pronostico e soprattutto con un sostanzioso vantaggio sulla concorrenza, 40 punti, sia nella classifica iridata piloti che costruttori.

Tre vittorie e tre secondi posti per Noriyuki Haga autore di una partenza a dir poco fulminante che gli ha permesso di portare a casa ben 135 punti dei 150 disponibili. Sul tracciato olandese il samurai brianzolo ha conquistato una vittoria e 7 podi nel corso degli ultimi anni.

Assen è una pista insidiosa. Preferivo senza dubbio il vecchio tracciato, come molti altri, ma non mi spiace del tutto nemmeno la sua nuova conformazione.” - ha dichiarato Nori.

“La mia esperienza su questa pista è tosta, con numerosi alti e bassi per usare un eufemismo! Dovrebbe essere interessante guidare la 1198 su queste curve, con la consapevolezza che Troy ha portato la Ducati a vincere due gare nel 2008. Mi ricordo infatti che abbiamo fatto una bella battaglia in Gara 2 l’anno scorso. Insomma, sulla carta dovrebbe essere un altro buon week-end: sicuramente Spies, Checa e Neukirchner saranno lì davanti, con me spero, quindi dovremmo vedere ancora una volta un bellissimo spettacolo”.

In crescita Michel Fabrizio. Dopo una discreta Phillip Island e una Losail da dimenticare, il centauro romano è andato a podio in entrambe le manches del GP di Valencia, riuscendo ad agguantare il quarto posto nella classifica generale.

“La pista di Assen mi piace e vi ho ottenuto dei risultati relativamente buoni in passato, ma sfortunatamente non è stato così l’anno scorso” - ammette Uragano Mich - “Anzi, quel fine settimana è stato proprio disastroso, con due ritiri dovuti a problemi fisici. Adesso però mi sento in gran forma e pronto a lottare per le posizioni di testa e per il podio. Ad Assen vorrei consolidare, o meglio, migliorare, la mia posizione in classifica generale”.

Commenta Stampa
di Fabrizio Pirone
Riproduzione riservata ©