Sport / Vari

Commenta Stampa

XXII “Città di Cava de’ Tirreni”, alla Paganese il Trofeo D’Amico


XXII “Città di Cava de’ Tirreni”, alla Paganese il Trofeo D’Amico
13/06/2011, 16:06

Battendo 1-0 la Nocerina nella finale Allievi, la Paganese si è aggiudicata il Trofeo D’Amico al XXII Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”. La partita diretta da Carmine Russo di Nola. Nei Giovanissimi – Trofeo Gino Avella successo della Salernitana sulla Nocerina (2-1). Trionfo per la Damiano Promotion negli Esordienti, il S. Nicola Cisterna tra i Pulcini ed il Caivano nei Primi Calci. Davide Di Napoli il miglior giocatore del Torneo, Michele Pugliese il “calciatore più comunicativo”. Grande folla al “Simonetta Lamberti” per le finali delle varie categorie e la Cerimonia di Chiusura. Presenti anche il Presidente della Provincia, Edmondo Cirielli, il Sindaco Marco Galdi ed il Consigliere regionale Giovanni Baldi


La Paganese trionfa negli Allievi, successo della Salernitana tra i Giovanissimi. Sono i verdetti più attesi della XXII edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”, che ieri, domenica 12 giugno, allo stadio “Simonetta Lamberti” di Cava de’ Tirreni (Sa), ha vissuto la sua ultima ed intensa giornata con la disputa di tutte le finali, le premiazioni e la Cerimonia di Chiusura.


Nella finale della categoria Allievi - Trofeo D’Amico la Paganese di mister Rosario Chiaiese ha battuto gli storici rivali della Nocerina, allenata da Mario Greco. La partita, diretta da Carmine Russo della sezione di Nola (C.A.N. Serie A), si è infiammata nella ripresa, caratterizzata da numerose occasioni e continui capovolgimenti di fronte. La rete decisiva per gli azzurro-stellati è arrivata sugli sviluppi di un calcio di rigore assegnato da Russo per un fallo di Cuozzo su Valisena. Dal dischetto Cuomo si è fatto parare il tiro, ma è stato lesto a ribadire in rete il pallone respinto dal portiere rossonero Ferrara. Nel finale di gara la Paganese ha legittimato il successo sfiorando più volte la rete del raddoppio.


Grande esultanza al triplice fischio finale tra i calciatori, i tecnici ed i dirigenti biancoazzurri, guidati dal responsabile del Settore Giovanile, Salvatore Scognamiglio. Una gioia “contagiosa” che si è ovviamente trascinata fino alla Cerimonia di premiazione, alla quale hanno assistito numerosi addetti ai lavori e prestigiose personalità, tra cui il Presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, il Sindaco di Cava de’ Tirreni, Marco Galdi, il Consigliere regionale Giovanni Baldi, i Consiglieri provinciali Luigi Napoli ed Alessandro Schillaci, l’Assessore Carmine Adinolfi, il Presidente della FIGC Salerno, Antonino Sessa, il Presidente della sezione AIA di Nocera Inferiore, Salvatore Gubitosa, ed il Presidente dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”, Antonio Di Giovanni.


Oltre al Trofeo D’Amico, la Paganese ha ritirato anche la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica. Meritati applausi pure ai calciatori della Nocerina, che sono stati premiati dal Presidente Cirielli, il quale non ha lesinato complimenti agli organizzatori del “Città di Cava de’ Tirreni”: «E’ un onore per la Provincia di Salerno annoverare quest’evento sul territorio provinciale». A completare i riconoscimenti per la categoria Allievi la premiazione dei migliori marcatori: vittoria ex aequo per Valisena (Paganese), Simonetti (Nocerina) e Vigorito (Salernitana).


Giornata decisamente “no”, quella di ieri, per la Nocerina, battuta 2-1 anche dalla Salernitana nella finale della categoria Giovanissimi – Trofeo Gino Avella. La squadra granata, allenata da Mauro Chianese, ha chiuso sul doppio vantaggio il primo tempo grazie ai gol di Mansi e De Michele, per poi contenere nella ripresa l’assalto dei molossi di mister Vincenzo Ferrara, che ha partorito “solo” la rete di Parascandolo. Il Trofeo Gino Avella è stato consegnato ai vincitori da Rosanna Avella, moglie dell’indimenticato giornalista cavese cui è intitolata questa categoria. Alla Salernitana anche la medaglia di bronzo del Presidente del Senato, consegnata dal Consigliere regionale Giovanni Baldi, il quale ha garantito un maggiore sostegno economico nei prossimi anni da parte delle Istituzioni, «che non potranno non destinare risorse ad una manifestazione così importante e prestigiosa, che porta in alto in tutta Europa il nome della Regione Campania». Miglior realizzatore della categoria il salernitano Michele Albino (4 reti).


Nella categoria Esordienti il Trofeo Pasqualino Lodato e la medaglia d’argento del Presidente della Camera dei Deputati sono andati alla squadra napoletana della Damiano Promotion, che ha piegato la resistenza del Campanile grazie ad una rete segnata da Maione. A Pasquale Contieri (10 reti, Real Lions) il premio per il miglior realizzatore.



Nella categoria Pulcini – Trofeo Marco Luciano successo finale del San Nicola Cisterna, che ha superato 4-0 l’Alba Cavese. Decisivo per la compagine partenopea l’apporto di D’Angelo, autore di una tripletta. Miglior marcatore della categoria Giovanni Bisogno (13 reti, Cava Soccer). Tra i Primi Calci – Trofeo Catello Mari, infine, trionfo del Caivano, che ha superato 6-5 ai rigori (3-3 t.r.) l’AssocalcioSalerno.


Durante la Cerimonia di Chiusura sono stati consegnati anche la Coppa Tremil al miglior giocatore del Torneo, assegnata a Davide Di Napoli del Campanile (Esordienti), ed il Trofeo Vincenzo Pellegrino, riservato al “calciatore più comunicativo” e messo in palio dall’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”. E’ stato direttamente il Presidente di Assostampa, Antonio Di Giovanni, a consegnare il riconoscimento al piccolo Michele Pugliese, portiere della Rinascita Cava 2000 (categoria Esordienti).


Assegnate pure le Coppe Fair Play, che sono andate alla Cavese tra gli Allievi, al Copenaghen nei Giovanissimi (Coppa Città di Cava de’ Tirreni, consegnata dal Sindaco Marco Galdi), al Real Lions nella categoria Esordienti ed all’Assocalciocampania nei Pulcini.


Si chiude con un bilancio più che soddisfacente, dunque, la XXII edizione del “Città di Cava de’ Tirreni”. Gli sforzi del Comitato Promotore e del Presidente Giovanni Bisogno sono stati premiati dal notevole valore tecnico del Torneo e dalla folta ed entusiasta cornice di pubblico nel corso della “sei giorni” di gare. Le visite guidate all’Abbazia della SS. Trinità in occasione del Millenario della sua fondazione ed al Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni tra le iniziative “collaterali”, ma di grande valenza socio-culturale, di un’edizione che sarà ricordata a lungo. Appuntamento sin d’ora fissato al 2012 per il XXIII “Città di Cava de’ Tirreni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©