Sport / Motogp

Commenta Stampa

Yamaha R125 Cup 2012: il neo-campione Mencarelli stravince anche a Latina


Yamaha R125 Cup 2012: il neo-campione Mencarelli stravince anche a Latina
01/10/2012, 16:57

Un paddock parzialmente allagato per le abbondanti piogge dei giorni precedenti, ma fortunatamente scaldato da un sole ancora “estivo”, ha fatto da cornice al round conclusivo della Yamaha R125 Cup 2012, andato in scena ieri sul Circuito Internazionale del Sagittario di Latina. Il neo-campione Damiani Mencarelli si è confermato ancora una volta il protagonista indiscusso del monomarca della Casa giapponese conquistando anche sul tracciato laziale due manche su due, dimostrando cosi di essere il più forte del 2012. Come ormai da consuetudine il pilota della provincia romana rimane “prudente” in qualifica, per poi scatenarsi in gara con una perentoria doppietta che relega il primo degli inseguitori, l’amico Valentino Volpini, a ben 72 punti di distacco nella classifica finale del campionato, a testimonianza di una stagione per lui davvero da incorniciare. Proprio Volpini però a Latina è l’unico a riuscire a sorpassare ben due volte in Gara 2 Mencarelli, anche se quest’ultimo impiega poche curve a riprendersi la leadership, incluso un sorpasso capolavoro all’ultima curva. In seconda posizione di giornata termina un ritrovato Magliocchetti seguito appunto da Volpini, scivolato e poi ripartito in Gara 1. Primo al traguardo tra i Rookie il “solito” Gini, sicuramente l’esordiente più promettente e consistente, considerato che insieme a Mencarelli è l’unico ad aver sempre tagliato il traguardo nelle dodici manche disputate quest’anno.

I TITOLI 2012 – Il Campione R125 Cup 2012 è dunque Damiano Mencarelli, classe 1997 da Guidonia (RM) al suo secondo anno di partecipazione alla R125 Cup seguito da Valentino Volpini, Alex Magliocchetti, Nicola Di Rago e Riccardo Filippini. Miglior Rookie 2012 è il toscano Jacopo Gini, classe 1998 da Colle di Compito (LU) che precede Francesco Ambrosi e Alberto Gattavecchia. Migliore concessionaria è la Errezeta Motor di Savignano sul Panaro (MO) rappresentata da Filippini e Giorgi, dopo un sorpasso nell’ultima manche sulla Terzimotor di Milano, la squadra più numerosa, ma orfana a Latina della sua punta di diamante Di Lonardo, infortunatosi a Viterbo. Infine miglior tecnico è Luca Mencarelli, grazie ai risultati del figlio Damiano. Non sono mancate le lacrime di nostalgia per ragazzi e genitori nell’ultimo giorno di “scuola”.

LE QUALIFICHE DI LATINA – Alex Magliocchetti torna a svettare in qualifica per la terza volta quest’anno, dopo aver conquistato la pole nei primi due round a Sarno e Varano. Con il tempo di 1’05.866 precede di soli 177 millesimi Mencarelli. Seguono Filippini, Volpini e Di Rago, che potremmo ormai chiamare i “fabulous five”.

GARA 1 – Come ormai spesso accade è Mencarelli il più veloce allo spegnersi del semaforo. Il giovane laziale riesce subito a creare un piccolo margine sugli avversari, i soliti Magliocchetti, Filippini, Di Rago, Gini e Volpini. Proprio quest’ultimo si dimostra il più agguerrito, con diversi sorpassi che nel corso di pochi giri lo portano al secondo posto. Le posizioni retrostanti ai primi vedono il sempre consistente Giovanni De Pera seguito da Gattavecchia e dalle wild card Albertini e Maio in lotta tra loro. Poi un gruppone ricco di bagarre con Giorgi, Ambrosi, Puggelli, Terziani, Lorenzo De Pera e Sofia Santacroce. A metà gara comincia una serie di colpi di scena: al quinto giro, dopo aver siglato il giro veloce, cade Filippini, che riparte ultimo; al settimo cade Maio, che picchia duro e non può ripartire; all’ottavo tocca a Volpini, che stava spingendo forte per riagganciare Mencarelli al comando, molto abile però a ripartire subito. Infine tocca a Di Rago, proprio all’ultimo giro. Mencarelli taglia dunque primo il traguardo seguito a distanza da Magliocchetti e Gini. Poi De Pera, Volpini, Albertini, Gattavecchia e Terziani, che passa in testa al gruppone degli inseguitori con un gran sorpasso all’ultima curva. RISULTATI GARA 1 (10 giri, 14,260 km): 1° Mencarelli in 11’06”683; 2° Magliocchetti a 3”097; 3° Gini a 8”047; 4° De Pera G. a 14”964; 5° Volpini a 17”589.

GARA 2 – Ancora una volta non c’è storia al via, con Mencarelli che entra leader alla prima curva. Questa volta però parte bene anche Magliocchetti che lo tallona fin da subito, seguito a ruota da Volpini e Filippini. Perdono subito terreno invece Di Rago e Gini. Dietro il gruppo è abbastanza compatto con i fratelli De Pera che guidano il serpentone composto da Gattavecchia, Albertini, Giorgi, Puggelli, Terziani, Ambrosi, Maio e la Santacroce. Leggermente staccati Savarese, Santoro e Marracci. Al terzo giro Giovanni De Pera ha un problema e sfila in fondo al gruppone, mentre il fratello minore Lorenzo, davvero in forma oggi, prende saldamente la guida degli inseguitori, respingendo autorevolmente i loro attacchi. Al settimo passaggio Volpini rompe gli indugi e attacca l’amico Mencarelli passando al comando, ma il campione non si da per vinto e lo ripassa al giro successivo. Anche Volpini non si arrende e torna nuovamente al comando all’ultimo passaggio, ma Mencarelli non vuole davvero lasciare nulla agli amici-avversari e all’ultima curva infila Valentino con un bellissimo sorpasso che chiude nel migliore dei modi la sua stagione. Primo dunque Mencarelli, seguito dal mai domo Volpini e dagli altrettanto veloci Filippini, nuovamente autore del miglior giro, e Magliocchetti. Più staccati Di Rago e il “rookie” Gini. Per Mencarelli doppio giro d’onore con mantello celebrativo di una straordinaria stagione. RISULTATI GARA 2 (10 giri, 14,260 km): 1° Mencarelli in 12’19”428; 2° Volpini a 0”051; 3° Filippini a 0”426; 4° Magliocchetti a 0”453; 5° Di Rago a 3”384.


CLASSIFICA ASSOLUTA DI GIORNATA: 1. Mencarelli 51; 2. Magliocchetti 34; 3. Volpini 32; 4. Gini 27; 5. Filippini 20.

CLASSIFICA ROOKIE DI GIORNATA: 1. Gini 27; 2. Gattavecchia 19; 3. Giorgi 14;

CLASSIFICA FINALE R125 CUP 2012: 1. Mencarelli 253; 2. Volpini 181; 3. Magliocchetti 173; 4. Di Rago 145; 5. Filippini 131.

CLASSIFICA FINALE ROOKIE: 1. Gini 129; 2. Ambrosi 82; 3. Gattavecchia 71.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©