Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Yamaha R125 Cup 2012: prima per Di Rago a Castelletto


Yamaha R125 Cup 2012: prima per Di Rago a Castelletto
03/08/2012, 11:38

 Un clima caldo ma ventilato ha fatto da cornice al weekend di gara della 4a prova stagionale di Yamaha R125 Cup 2012, il trofeo più “didattico” del panorama nazionale organizzato da Yamaha Motor Italia in collaborazione con la Scuola Federale Corsetti, in programma lo scorso finesettimana sul Motodromo di Castelletto di Branduzzo (PV). A determinare la fisionomia della classifica di giornata hanno certamente contribuito le cadute che hanno colpito proprio i primi tre della classifica provvisoria di Campionato. In Gara 1 Volpini è scivolato nel giro di ricognizione, mentre nel primo giro di Gara 2 la stessa sorte è capitata prima a Magliocchetti e poi a Mencarelli. Nicola Di Rago non si è fatto cosi pregare e con un terzo e un primo posto ha fatto sua la classifica di giornata. Mencarelli dopo la prima pole in carriera conquistata in qualifica, ha dal canto suo dominato Gara 1 e offerto grande spettacolo in Gara 2 con una strepitosa rimonta che lo ha portato da penultimo a sesto in soli 7 giri! Strepitosa prestazione del Rookie Gini che si è addirittura guadagnato il podio della classifica assoluta e un secondo posto in Gara 2. Mencarelli nonostante il mezzo passo falso in Gara 2 incrementa addirittura il vantaggio in campionato portandolo a ben 50 punti su Magliocchetti e 53 su Di Rago che sorpassa Volpini. Tra i Rookie naturalmente allunga Gini, ora a +22 su Ambrosi, mentre Gattavecchia perde punti, ma tiene il terzo posto. Il prossimo e quinto appuntamento in programma per la R125 Cup è previsto il 9 settembre a Viterbo (VT).

SFIDE DA PADDOCK – Inizia a consolidarsi la tradizione delle sfide “parallele” tra i piloti ormai diventati molto amici tra loro e organizzate il sabato nel paddock della R125 Cup. Mentre a Ortona infatti alcune squadre formate da papà meccanico (a spingere) e pilota si erano date battaglia (con tifo da stadio…) su carrelli improvvisati, a Castelletto i piloti si sono confrontati con la Playstation: obbiettivo la superpole sul tracciato di Brno! In palio magliette, cappellini e gadget vari per i migliori.

LE QUALIFICHE – Mancava solo la targa del poleman a Damiano Mencarelli, già protagonista lo scorso anno, a cui era finora sfuggito il primo posto in griglia. Record della pista per lui in 1’23.777 davanti di soli 35 millesimi al sempre velocissimo Alex Magliocchetti e di 3 decimi alla sorpresa di Castelletto, il Rookie Jacopo Gini.

GARA 1 – Il primo colpo di scena arriva già nel giro di ricognizione quando alla staccata dopo il rettilineo Volpini per non tamponare un avversario frena troppo forte e perde l’anteriore finendo nella sabbia. Mencarelli parte a razzo e fa subito il vuoto dietro di se. Di Rago è altrettanto veloce in partenza e guadagna quattro posizioni piazzandosi secondo al termine del primo passaggio, seguito da Filippini e Magliocchetti. Volpini riesce a ripartire ma è ultimo. Mencarelli allunga senza pietà mentre al secondo passaggio Magliocchetti scavalca Filippini passando terzo. Dietro ai primi quattro troviamo Gini, Di Lonardo e Ambrosi. La bagarre è soprattutto nelle retrovie con le posizioni che si alternano in continuazione e Volpini impegnato in una furibonda rimonta. Verso metà gara cadono sia la Santacroce che Marracci senza conseguenze. All’ultimo giro Magliocchetti riesce ad infilare di Rago e la gara si chiude con la vittoria in solitario di Mencarelli che precede Magliocchetti, Di Rago, Filippini, Gini, Di Lonardo e Ambrosi. Giorgi, ottavo, precede Volpini, che salva qualche punto, Terziani, Savarese, Santoro, Giovanni De Pera, Puggelli e Lorenzo De Pera. Cade e riparte all’ultimo giro Gattavecchia. RISULTATI GARA 1 (8 giri, 14,400 km): 1° Mencarelli in 11’14”354; 2° Magliocchetti a 3”692; 3° Di Rago a 3”889; 4° Filippini a 6”640; 5° Gini a 6”773.

GARA 2 – Mencarelli brucia ancora tutti, mentre Magliocchetti parte male e viene risucchiato dal gruppo, tanto che alla prima curva, molto stretta, cade a causa di un contatto. Il gruppo sfila mentre Alex riparte ultimo. Nemmeno il tempo di concludere il primo giro che scivola anche Mencarelli, molto lesto a ripartire anche se comunque in coda al gruppo. Il comando viene preso da Di Rago, tallonato da Gini. Terzo è Volpini, poi Filippini. Le posizioni di testa sono abbastanza stabili nel corso della gara e inevitabilmente gli occhi di molti sono rivolti a Damiano Mencarelli che mette in atto una incredibile rimonta con due o tre sorpassi ad ogni giro. Al terzultimo giro Magliocchetti alza bandiera bianca ritirandosi a causa della rottura della leva del cambio in seguito alla caduta del primo giro, mentre a due passaggi dal termine Filippini passa Volpini e la gara si chiude con la prima meritatissima vittoria di Nicola di Rago, seguito in volata da un bravissimo Jacopo Gini al primo podio in carriera. Ottimo terzo piazzamento per Filippini (il cui risultato è al momento sub-iudice in attesa di accertamenti tecnici sul suo motore), mentre Volpini è quarto. Più staccati arrivano Di Lonardo e Mencarelli che conclude al sesto posto la sua rimonta, salvando egregiamente il weekend e la classifica. Finalmente in ripresa Giovanni De Pera, settimo, che precede il Rookie Ambrosi, la Santacroce e l’altro Rookie Giorgi. In difficoltà a Castelletto Gattavecchia, che chiude anche Gara 2 fuori dai punti. RISULTATI GARA 2 (8 giri, 14,400 km):  1° Di Rago in 11’20”105; 2° Gini a 0”264; 3° Filippini a 2”578; 4° Volpini a 2”736; 5° Di Lonardo a 19”356.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©