Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Zola benedice Cassano: "E' la sua Italia"


Zola benedice Cassano: 'E' la sua Italia'
10/08/2010, 09:08

L’ex fantasista del Napoli, Gianfranco Zola, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in vista della sfida Italia e Costa d’Avorio. La sfida è attesa non solo per l'esordio di prnadelli, ma soprattutto per il ritorno in azzurro di Antonio Cassano, su cui Zola si sofferma: “Cassano? Mi pare più tranquillo. Lui  uno che una squadra può cambiarla davvero: se è tutto vero quello che sembra, Cassano cambierà l’Italia in positivo. Balotelli? Mario deve capire che, se non si fa trovare pronto stavolta, ci rimette solo lui. È tutto in mano sua, ma ci deve mettere del suo. Deve lavorare molto sulla sua personalità: entrare bene in un gruppo per quello che fai fuori dal campo conta quanto saper mettere un pallone all’incrocio dei pali. Nell’under 21 si è sempre posto nel modo giusto, in Nazionale deve conservare quello spirito. Cosa gli consigliavo? Di non dimenticare mai che non gioca da solo. E che quelli che giocano con lui guardano cosa fa con il pallone, ma anche senza. Cosa mi ha colpito più di lui? La semplicità con cui giocava e si adattava a situazioni anche nuove: per lui tutto sembrava la cosa più naturale del mondo. Le punizioni? In allenamento, rispetto a un Giovinco, ci metteva meno precisione, meno applicazione: poi però in partita le tirava e faceva gol. E diciamo che qualche consiglio gliel’ho dato”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©