Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Francesco De Luca a Settimana Azzurra

"Zuniga e Cigarini restano a Napoli"


.

'Zuniga e Cigarini restano a Napoli'
24/11/2009, 18:11

NAPOLI - "I numeri evidenziano un problema nell'attacco del Napoli. Essere arrivati a questo punto del campionato con due gol di Lavezzi e tre di Quagliarella è un dato. Comprendo che Mazzarri voglia sottolineare il suo lavoro, però è chiaro che il problema esista". Lo dichiara Francesco De Luca, giornalista del Mattino, ai microfoni di Settimana Azzurra. "Se per il terzo anno consecutivo Il Napoli si ritrova Hamsik capocannoniere un motivo c'è ".
Una puntata incentrata sulle parole di mister Mazzarri, un pò risentito per alcune critiche e pronto per la sfida con il Cittadella.
"Saranno due partite importanti quella della Coppa Italia e con il Parma - evidenzia De Luca - Mazzarri ha sottolineato il momento di forma degli emiliani ed effetivamente saranno test importanti".
Nel corso della conferenza stampa, il tecnico ha evidenziato quanto di buono fatto contro la Lazio, ha evidenziato l'impegno e la determinazione della squadra: "E' mancato solo il gol".
Problemi in attacco, e allora la soluzione potrebbe essere quella di inserire Denis nel tridente con Quaglairella e Lavezzi alle sue spalle?: "Non mi affiderei al tridente. Il modulo che sta adottando ora Mazzarri sbagliato non è. Denis è un buon giocatore, avrà una chance vera giovedì. Considerando le caratteristiche di questi elementi con i tre avanti, Hamsik, Maggio ed eventualmente Datolo la squadra sarebbe sbilanciata e Mazzarri quando è arrivato ha chiarito immediatamente l'importanza di un equilibrio".
Giovedì ci sarà un pò di turn over, probabile l'utilizzo di Zuniga a destra?: "Si. Lui fino ad ora ha avuto un pò di problemi fisici. Non ha ancora dato il massimo. Se resta a Napoli? Credo che lui, Cigarini etc.. resteranno. La società ha speso molti soldi per averli e resteranno qui. Difficile ricollocarsi e non credo sia l'idea della scoietà"
.
Tornando alle parole del tecnico, mostrate nel corso del programma, si evince il momento delicato della formazione che sente tanta responsabilità sulle spalle e non vuole pensare all'Europa. 

 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©