Cronaca / Giudiziaria

Perquisizioni per i leader del Movimento dei Forconi
22/03/2017, 10:16

Sotto accusa un poster di istigazione alla violenza

Perquisizioni per i leader del Movimento dei Forconi

ROMA - La Digos ha iniziato questa mattina una serie di perquisizioni nei confronti di leader e attivisti del cosiddetto "Movimento dei Forconi", residenti ad Ascoli, Campobasso, Como, Firenze, Latina, Roma, Taranto e Treviso.Tutto nasce dal cosiddetto "ordine di arresto popolare", uno dei tanti tentativi del Movimento di istigare alla violenza, in questo caso contro i politici. Nel documento ...

Presto Cattaneo verrà riascoltato dai magistrati

Lodi: il ristoratore ha ucciso il ladro sparando a distanza ravvicinata

15/03/2017, 10:30 -
LODI - Continuano ad esserci pesanti difformità tra la versione di Mario Cattaneo, il ristoratore di Casaletto Lodigiano che la settimana scorsa ha ucciso un ladro entrato nel suo negozio, e le prove scientifiche. A quelle già accertate dagli inquirenti, si assommano i risultati dell'esame autoptico. Che hanno dimostrato come il ladro sia stato colpito da una sola fucilata alla schiena sparata a distanza ravvicinata. Il che esclude la possibilità che il ladro sia stato colpito in modo accidentale durante una colluttazione: nessuno sta vicino alla canna di un ...

In attesa dei risultato dell'autopsia

Lodi: ladro ucciso, vacilla la versione del ristoratore

14/03/2017, 10:53 -
GUGNANO (LODI) - Comincia vacillare la versione del ristoratore Mario Cattaneo, che è indagato per omicidio volontario per aver ucciso un ladro nel suo negozio. Infatti la sua versione è che sia partito un colpo dal suo fucile mentre era impegnato in una collutazione con uno dei ladri. Una versione che confligge con la testimonianza di un testimone, che ha riferito di aver sentito due colpi di arma da fuoco e non uno. Inoltre, le prime indagini sul posto hanno accertato che non c'era, da parte dei ladri, l'intenzione di aggredire nessuno: avevano infatti bloccato ...

Accusati di violenza, stupro, danneggiamenti e altro

Fermata baby gang: 4 arresti e 6 denunce

14/03/2017, 10:08 -
VIGEVANO (PAVIA) - Dieci ragazzi di età compresa tra i 15 e i 16 anni (ma c'è anche un tredicenne che non è stato denunciato perchè non imputabile) sono stati fermati dalle forze dell'ordine di Vigevano. Quattro di loro sono stati arrestati, mentre altri sei sono stati denunciati a piede libero. Avevano formato una gang che dava sfogo alla violenza sugli altri per divertimento. A loro carico ci sono episodi di aggressione, di bullismo, di violenza sessuale, di riduzione in schiavitù ed altro. Le vittime erano i compagni di classe o i vicini di ...

Grillo esulta. Ma di cosa?

Un pentito di mafia: "Il sindaco di Bagheria è inavvicinabile", stop agli appalti

13/03/2017, 09:50 -
MILANO - Pasquale Di Salvo, imprenditore legato alla mafia (una volta faceva parte della scorta del giudice Giovanni Falcone) ed oggi pentito, ha deposto a Milano nell'ambito del processo "Panta rei". Tra le varie cose che ha detto, una è interessante, a proposito dei suoi appalti vinti col comune di Bagheria: "Con l’arrivo di Patrizio Cinque la situazione era cambiata, perché era davvero inavvicinabile. Io avevo da riscuotere un credito lecito nei confronti del Comune, neanche quello fu possibile recuperare". Nella sua deposizione Di Salvo ha anche detto che i ...

Il processo è quello riguardo i soldi nel controsoffitto

Fabrizio Corona se la prende con un teste: "Sta mentendo"

09/03/2017, 17:58 -
MILANO - Giornata burrascosa nel processo contro Fabrizio Corona, accusato di intestazione fittizia per quegli 1,7 milioni di euro trovati nel controsoffitto dell'abitazione della sua collaboratrice, Francesca Persi, e i 900 mila euro trovati in una cassetta di sicurezza in Austria. Veniva interrogato il teste dell'accusa Luca Izzo,  responsabile per la questura di Milano della sezione reati contro il patrimonio. E' la persona che ha interrogato Corona, a suo tempo, a proposito di una denuncia da lui presentata sull'esplosione di una bomba carta nei pressi della ...

la causa inizierà il 16 marzo

Tiziano Renzi in Tribunale chiede 300 mila euro a Travaglio

09/03/2017, 17:36 -
FIRENZE - Tiziano Renzi ha rilasciato una intervista al Giorno dove si è limitato a dire poche parole. E il perchè l'ha spiegato: "Non parlo con nessuno, tanto qualsiasi cosa dica viene travisata, o peggio inventata". Ma la notizia interessante è che Renzi ha detto di aver fatto causa al Fatto Quotidiano e al suo direttore Marco Travaglio, chiedendo un risarcimento di 300 mila euro. Non ha aggiunto altro, limitandosi a dire che il processo inizierà il 16 marzo. Tuttavia, andando per deduzione logica, alcune cose si possono dire. La prima è che ...

La Procura ha chiesto il giudizio immediato

Roma: Marra e Scarpellini a processo il 25 maggio

08/03/2017, 10:42 -
ROMA - La Procura di Roma ha chiesto il giudizio immediato per Raffaele Marra e Sergio Scarpellini. Si tratta di una procedura che si può chiedere quando la Procura conclude le indagini in meno di tre mesi (mentre di solito ci sono 6 mesi di tempo per farlo) e che consente di saltare il passaggio davanti al Gip. Cosa che riduce i tempi anche di oltre 6 mesi. Tutte le procedure che normalmente si svolgono davanti al Gip (compresa la richiesta di patteggiamento o di rito abbreviato) vengono svolte davanti al giudice alla prima udienza. Il Gip ha accettato la richiesta, ...

La vicenda risale al 2008, ma la sentenza è recente

Il giudice: "Via il crocefisso dalle aule nel giorno delle elezioni"

07/03/2017, 10:23 -
MODENA - Mai raccontare bufale, soprattutto se ideologiche; possono ritocersi contro. E' questa la morale di una vicenda iniziata nel 2008, per una vicenda denunciata a Modena da un esponente della Lega Nord. Nella denuncia, si raccontava che una donna che faceva la scrutinatrice aveva insistito col presidente del seggio (che era il figlio) perchè togliesse il crocefisso dall'aula; cosa che era stata fatta. Da qui la denuncia per madre e figlio per aver offeso la diffusa sensibilità religiosa. Iniziato il processo, si è appreso che il reato era insussistente, dato ...

I suoi legali: "Mai conosciuto Tiziano Renzi"

Consip: Romeo non risponde alle domande del Pm

06/03/2017, 10:46 -
ROMA - Alfredo Romeo, l'imprenditore arrestato nell'ambito dell'inchiesta sull'appalto dlela Consip, è stato sentito oggi dla Gip nell'interrogatorio di garanzia per confermare o meno l'arresto. Normalmente, viene data la possibilità all'imputato di spiegare la sua versione dei fatti, ma Romeo ha scelto di non rispondere alle domande dei magistrati, come è diritto di ogni indagato fare. Prima del processo, i suoi avvocati, parlando con i giornalisti, hanno affermato che Romeo non ha mai conosciuto Tiziano Renzi, nè altre persone legate ...

Altre notizie