Cronaca / Giudiziaria

Caso Cucchi: tre dei Carabinieri a processo sospesi dal servizio
16:58

Sono quelli accusati di omicidio preterintenzionale

Caso Cucchi: tre dei Carabinieri a processo sospesi dal servizio

ROMA - Tre dei cinque Carabinieri che sono stati rinviati a processo per la morte di Stefano Cucchi hanno ricevuto la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio, con stipendio ridotto. Si tratta dei Carabinieri scelti Alessio Di Bernardo e Raffaele D'Alessandro e del vicebrigadiere Francesco Tedesco, cioè i tre che sono accusati di omicidio preterintenzionale. Per gli altri due ...

Ha denunciato alcune delle Olgettine per estorsione

Milano: Berlusconi in Tribunale sentito come testimone

23/02/2017, 18:17 -
MILANO - Silvio Berlusconi è andato oggi al Tribunale di Milano, per essere sentito come testimone. La vicenda riguarda una denuncia da lui stesso presentata contro alcune delle "Olgettine", cioè le ragazze che frequentavano casa sua ad Arcore e le sue "cene eleganti". In particolare, alcune di loro avrebbero chiesto un milione di euro ""per non rivelare alla stampa e ai pm informazioni in grado di danneggiarlo". Si tratterebbe di alcune delle ragazze chiamate a testimoniare nel processo "Ruby", cioè quello che vedeva Berlusconi imputato di concussione e di ...

Il partito dovrà pagare 10 mila euro di danni

"Rifugiati, non clandestini", la Lega Nord condannata per discriminazione

23/02/2017, 17:54 -
MILANO - La Lega Nord è stata condannata dal Tribunale civile di Milano a pagare 10 mila euro a due associazioni di volontariato (Asgi e Naga), per il comportamento dei suoi rappresentanti di Saronno, in Brianza. La vicenda risale all'anno scorso. La Caritas locale aveva chiesto al Comune di Saronno i permessi per poter ospitare 32 profughi; ma il sindaco leghista aveva detto di no, sostenendo che non si potevano ospitare degli "africani maschi" vicino ad una scuola dove vanno le studentesse. Roba che non si sentiva dai tempi del Ku Klux Klan. Oltre a quello, la Lega ...

La pena è stata ridotta per la continuazione

Aggressioni con l'acido: confermata la condanna della Levato

22/02/2017, 10:35 -
MILANO - La Corte d'Appello di Milano ha confermato le condanne di primo grado contro Martina Levato (16 anni) e Andrea Magnani (9 anni e 8 mesi) per l'aggressione con l'acido avvenuta contro Stefano Savi e Giuliano Carparelli. La Lovato voleva aggredire solo il secondo, ma nel primo tentativo colpì il primo per uno sbaglio di persona. Respinte le obiezioni della difesa che chiedevano l'assoluzione della Lovato in quanto estranea ai fatti. La Lovato, che è già stata condannata a 12 anni per un'altra aggressione con l'acido ai danni di Pietro Barbini, ha ...

Chiusa la vicenda della 15enne uccisa nel 2010

Omicidio Scazzi: confermati gli ergastoli per Sabrina e Cosima

21/02/2017, 10:44 -
ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato le condanne all'ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano, condannate in primo e secondo grado per l'omicidio di Sarah Scazzi, cugina della prima e nipote della seconda. In questo è stata accolta la richiesta del Procuratore generale. Le due donne quindi restano in carcere, insieme al marito di Cosima, Michele Misseri, condannato a 8 anni per soppressione di cadavere. Sarah Scazzi aveva 15 anni quando, il 26 agosto del 2010 venne uccisa dalla cugina e dalla zia. Poi Michele Misseri cercò di nascondere il suo ...

Il fascicolo bloccato tra primo e secondo grado

Processo per pedofilia prescritto dopo 20 anni. Il Pg chiede scusa alla vittima

21/02/2017, 09:00 -
TORINO - Una vicenda veramente anomala, quella accaduta a Torino. La vicenda inizia nel 1997, quando una persona viene processata ad Alessandria per maltrattamenti e stupro nei confronti di una bambina di 7 anni. Ma tra una cosa e l'altra, il processo di primo grado dura 10 anni. Al termine, l'imputato viene condannato a 12 anni di reclusione. Fa ricorso in appello, ma il fascicolo si blocca in Corte d'Appello per 9 anni. Nel 2016 viene riassegnato ad altra sezione, ma ormai è tardi. Sono passati 20 anni e quindi anche il reato di strupro su minore è finito in ...

L'accusa è di traffico di influenze

Indagato Tiziano Renzi nella vicenda Consip

17/02/2017, 16:02 -
ROMA - Tiziano Renzi, padre del segretario del Pd Matteo, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di traffico di inflenze. In pratica, secondo l'accusa, Tiziano Renzi avrebbe usato il fatto di conoscere persone importanti (è superfluo spiegare chi, ndr) per guadagnare soldi o altre "utilità" (un termine tecnico con cui in diritto si intende qualsiasi cosa di valore). L'indagato ha anche ricevuto un invito a comparire in procura per rispondere dei rilievi che gli faranno i magistrati. La vicenda è quella della Consip, per cui sono ...

Il giudice li ha ammessi tutti

Milano: la difesa di Corona chiama 190 testimoni al processo

16/02/2017, 18:28 -
MILANO - Circa 190 testimoni: una enormità, la lista difensiva presentata da Fabrizio Corona e dalla coimputata (nonchè collaboratrice da tempo di Corona) Francesca Persi nel processo che vede entrambi a rispondere dei 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte nel controsoffitto della casa della Persi e parte in una cassetta di sicurezza in Austria. E il giudice li ha ammesi tutti (mentre di solito, quando la lista testimoni è troppo ricca, il giudice la sfoltisce). Ma secondo l'avvocato difensore, sono necessarie tutte quelle testimonianze per ...

Una sentenza da leggere con attenzione

Cassazione: "Rubare è reato anche se per necessità". Ma...

16/02/2017, 18:11 -
ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato una condanna per furto, sottolineando come, anche se la persona vive in povertà, "alle esigenze delle persone che versano in tale stato è possibile provvedere per mezzo degli istituti di assistenza sociale o per esempio la Caritas". La vicenda è quella di una 36enne straniera e senza permesso di soggiorno che era stata condannata a 2 mesi di reclusione e 400 euro di multa per il furto in un supermercato. Lei si era presentata alla cassa mettendo sul nastro trasportatore una bottiglia di birra, una di acqua e un ...

E' accusato di corruzione e altri reati

Indagato il presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso

16/02/2017, 16:02 -
L'AQUILA - La Procura di L'Aquila ha iscritto nel registro degli indagati il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, eletto nel 2013 nelle file del Pd. Le accuse sono di corruzione, turbativa d'asta e abuso d'ufficio. Insieme a lui, sono indagati anche una quindicina tra imprenditori e funzionari pubblici. Nell'ambito di questa indagine, sono state disposte anche una serie di perquisizioni, sia negli uffici della Regione che in case private. L'indagine riguarderebbe i lavori fatti a palazzo Centi, che - prima del terremoto del 2009 che distrusse il capoluogo della ...

Altre notizie