Cronaca / Giudiziaria

Finisce in procura il video del poliziotto che insulta la Boldrini
21/07/2017, 19:15

Ora si vedrà dove porteranno le indagini

Finisce in procura il video del poliziotto che insulta la Boldrini

SUSA - Sono alcuni giorni che su Facebook circola un video, registrato a bordo di una macchina della Polizia, in cui viene inquadrata una persona (probabilmente un extracomunitario) che viaggia in autostrada su una bicicletta. C'è da dire che il tizio è molto accorto e viaggia vicino al guardrail; ma è comunque una violazione dle Codice della Strada.Il problema è che si sente ...

Con lei, anche altri tre ex consiglieri regionali

Genova: condannata per peculato la nuora di Mastella

21/07/2017, 17:21 -
GENOVA - Arriva a sentenza di primo grado il processo per le "spese pazze" degli ex consiglieri regionali liguri. Si tratta di spese fatte illegittimamente con i soldi che la Regione dava ai consiglieri per fare propaganda politica. L'azione integra il reato di peculato. I condannati sono Lorenzo Castè (4 anni e 11 mesi), la nuora di Clemente Mastella, Roberta Gasco (2 anni e 4 mesi), Franco Bonello (4 anni e 5 mesi) e Simona Vergari (1 anno e 2 mesi con la sospensione condizionale della pena. I primi tre sono ex consiglieri regionali del gruppo Udeur-Sinistra Italiana, ...

Ma cade l'accusa di associazione mafiosa

Mafia Capitale: 19 anni a Buzzi, 20 anni a Carminati

In totale condanne per più di 250 anni di carcere

20/07/2017, 16:14 -
ROMA - Dopo un lunghissimo processo, Mafia Capitale giunge ad una sentenza di primo grado. E le condanne sono pesanti. Salvatore Buzzi è stato condannato a 19 anni di reclusione, Massimo Carminati a 20. Per Mirco Coratti, ex presidente del Consiglio comunale di Roma ed ex esponente del Pd, 6 anni. Per Luca Gramazio, ex esponente del Pdl, 11 anni di reclusione; così come per Riccardo Brugia. ...

Le accuse sono anche di estorsione

Mafia: arrestate 34 persone a Palermo. Molti insospettabili

19/07/2017, 09:02 -
PALERMO - Blitz nella notte della sezione Criminalità organizzata della Squadra Mobile della Polizia contro 34 persone considerate appartenenti ad organizzazioni mafiose. Le accuse vanno dall'associazione a delinquere di stampo mafioso all'estorsione e via di questo passo. Gli arresti si sono concentrati nel quartiere Brancaccio di Palermo. Tra di loro, Giuseppe Lo Porto, persona che è apparsa spesso in Tv per chiedere della liberazione del fratello Giovanni quando era stato rapito in Afghanistan, prima di essere ucciso da un drone americano durante un blitz ...

Dopo oltre 15 ore di Camera di Consiglio

Caso Yara: confermato in appello l'ergastolo per Bossetti

18/07/2017, 09:11 -
BRESCIA - Ci hanno impiegato oltre 15 ore gli otto giudici (due togati e sei popolari) della Corte d'Appello di Assise di Brescia per decidere. E alla fine, quando era passata anche mezzanotte, il presidente Enrico Fischetti ha letto la sentenza: ergastolo confermato per Massimo Bossetti per aver ucciso la tredicenne Yara Gambirasi il 26 novembre 2010. Secondo alcune indiscrezioni, a causare una camera di consiglio così lunga è stata l'incertezza sulla eventuale superperizia sul Dna chiesta dalla difesa di Bossetti. Il muratore bergamasco ha sempre contestato ...

E' la seconda volta che viene sentito

Caso Consip: Ministro Lotti interrogato per 90 minuti

14/07/2017, 18:55 -
ROMA - Il Ministro Luca Lotti è stato sentito oggi per 90 minuti dai Pm di Roma che indagano sulla vicenda Consip. Contro di lui ci sono le accuse di rivelazione di segreto d'ufficio e di favoreggiamento. Infatti, in base alle accuse dell'ex amministratore delegato di Consip, Luigi Marroni, fu proprio Lotti (insieme al generale dei Carabinieri Saltalamacchia) ad avvisare lo stesso Marroni che la Procura di Napoli aveva messo dei dispositivi di ascolto negli uffici della Consip. Marroni allora fece fare una bonifica, rimuovendole. Ma dopo oltre sei mesi di indagini e ...

"Sono frutto di evasione fiscale"

Processo Corona: i giudici dicono no allo sblocco dei soldi

14/07/2017, 17:55 -
MILANO - Fabrizio Corona non riavrà indietro per ora i soldi che gli sono stati sequestrati. Aveva chiesto ai giudici di sbloccare i soldi sequestrati all'inizio del processo, pari a poco più di 1,3 milioni di euro. I soldi erano stati richiesti per poter pagare (in ritardo) le tasse sui 2,6 milioni di euro che i magistrati hanno trovato nel controsoffitto della casa della segretaria di Corona, Francesca Persi, e in due cassette di sicurezza in banca in Austria. La Procura di Milano aveva dato parere favorevole allo sblocco almeno di una prima tranche da 322 mila ...

Tenta di evitare il rinvio a giudizio

La Raggi va in Procura a testimoniare sul caso Marra

13/07/2017, 19:01 -
ROMA - Virginia Raggi, sindaco di Roma, è in Procura a rendere dichiarazioni spontanee sulla vicenda della nomina di Renato Marra a capo dell'ufficio personale. E' la vicenda per cui la Procura si appresta a chiedere il rinvio a giudizio per la sindaca, per il reato di falso. Renato Marra è il fratello di Raffaele, braccio destro della Raggi; venne assunto e la Raggi mandò una lettera all'Anac in cui affermava falsamente che la nomina era una sua scelta. Mentre per la vicenda di Salvatore Romeo - dipendente comunale a 39 mila euro l'anno, poi andato in ...

16 imputati, 12 condannati e 4 assolti

11 anni di reclusione per imprenditori e caporali che sfruttavano migranti

13/07/2017, 17:39 -
LECCE - Tre imprenditori agricoli salentini (Pantaleo Latino, Giovanni Petrelli e Livio Mandolfo) e nove "caporali" africani sono stati condannati a 11 anni di reclusione a testa per aver ridotto in schiavitù decine di immigrati africani costringendoli a lavorare nei campi in cambio di paghe da fame. Altri quattro imprenditori sono stati assolti. contro di loro non c'erano abbastanza prove. In pratica gli imprenditori avevano creato una sorta di circuito con cui convincevano, tramite i "caporali", i lavoratori ad andare a raccogliere frutta e verdura nelle azienede ...

Respinta la richiesta di archiviazione

Gip: "Cappato va processato per aiuto al suicidio di Dj Fabo"

10/07/2017, 17:08 -
MILANO - Decisione a sorpresa del Gip di Milano, che ha respinto la richiesta di archiviazione per il radicale Fabio Cappato, presentata dal Pm, e ha ordinato l'imputazione coatta. In pratica, ha "ordinato" al Pm di accusare Cappato di aiuto al suicidio per aver accompagnato Dj Fabo (al secolo, Fabiano Antoniani) in una clinica svizzera per poter procedere all'eutanasia. Secondo il Gip, Cappato deve rispondere anche di "rafforzamento al suicidio", cioè di aver aumentato il convincimento di Dj Fabo nel suicidarsi. Ora il Pm ha 10 giorni per procedere all anotifica ...

Altre notizie