Cronaca / Nera

Napoli, agguato nella notte: ferito cognato del boss Polverino
09/03/2017, 10:17

Sulla vicenda indagano le forze dell'ordine

Napoli, agguato nella notte: ferito cognato del boss Polverino

Napoli - Si torna a sparare nelle strade del capoluogo campano. La vittima dell’agguato è il cognato del boss Giuseppe Polverino (detto “Peppe ‘O Barone”), Michele Marchesano di 56 anni, raggiunto nella notte da colpi di arma da fuoco mentre si trovava a viale Sant’Ignazio di Loyola, zona Camadoli. La dinamica è la solita: due uomini a bordo di una moto hanno ...

L'investitore si è costituito poche ore dopo lo schianto

Sant'Antimo, 25enne investita e uccisa all'uscita dalla discoteca

06/03/2017, 13:42 -
SANT’ANTIMO  – L’ennesima vittima della strada. E’ morta ieri mattina all’alba Debora Menale, 25enne di Gricignano d’Aversa, all’uscita dalla discoteca Mya Clubbing di Sant’Antimo. La giovane è stata investita sotto gli occhi del fidanzato da una “Fiat Bravo” nera, mentre si apprestava a recarsi nel parcheggio al termine di una serata trascorsa nel segno della spensieratezza. La ragazza è stata soccorsa e trasportata al vicino nosocomio di Aversa dove, però, è giunta già priva di vita. I Carabinieri della ...

Il conducente è stato fermato dalla polizia

Napoli, tragedia durante sit-in: auto piomba sulla follacausando un morto

02/02/2017, 15:23 -
NAPOLI - Tragedia durante un sit in di manifestanti contro i quali si è scagliata un'auto pirata. L'episodio è accaduto intorno alle 9.30 in via Ponte dei Francesi, all'altezza degli uffici del provveditorato scolastico, dove si erano riunite alcune persone appartenenti a una ditta di pulizie per manifestare pacificamente riguardo le loro condizioni lavorative.Improvvisamente due dei ragazzi che stavano manifestando sono stati scaraventati da un'autovettura che li ha trascinati per alcuni metri e un altro manifestante, che si trovava poco distante da loro, ha tentato di ...

Scandalo munnezza. Portogallo trema per le ecoballe campane

03/12/2016, 16:56 -
I rifiuti della Campania non sono a norma. È questa la voce che gira in Portogallo e che potrebbe recare danni seri allo smaltimento delle ecoballe campane. Un problema che è già arrivato a Bruxelles secondo la stampa portoghese che in questi giorni ha diramato la notizia. Inutile dire che di questa scomoda verità alla vigilia del referendum costituzionale nessuno ne parli. I rifiuti non solo puzzano come ovviamente ci aspettiamo che facciano, ma sono fuorilegge non solo per quanto concerne la normativa portoghese bensì anche quella comunitaria. Un affare da decine di milioni all'anno per lo stato ad ovest dell'Europa che prevede lo smaltimento delle sei milioni di tonnellate di munnezza campana che sembrano ...

Incidente sul lavoro - L'uomo, 46 anni è morto sul colpo

Crollo in una cava: perde la vita un operaio travolto da una lastra di marmo

28/11/2016, 16:16 -
CARRARA -  Ennesima tragedia nelle cave di marmo. A perdere la vita, stavolta è un operaio di 46 anni, Mauro Giannetti, fratello del titolare della cava. E’ morto travolto dalle macerie che si sono staccate da una parete; perde la vita sul colpo. Il lastrone che ha travolto l’operaio è di circa due tonnellate. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo aveva appena finito il taglio del blocco di marmo e stava togliendo le impalcature sistemate attorno, quando il pesante lastrone si è spezzato, l’ha travolto. A dare l’allarme sono stati i ...

L'uomo temeva per il futuro del figlio e lo ha soffocato.

Uccide il figlio disabile e dopo tenta il suicidio senza riuscirci.

08/11/2016, 16:05 -
VESPOLATE (NOVARA) -  L’uomo temeva per il futuro del figlio e lo ha soffocato, in seguito il disperato tentativo di suicidio. Questa tragedia è accaduta la scorsa notte a Vespolate in provincia di Novara in un condominio di Corso Garibaldi, la strada principale del paese. Secondo le prime informazioni a spingere l’uomo, Pietro Spina in questo folle gesto è la paura per il futuro del figlio affetto da disabilità psichica che sarebbe rimasto solo e non in grado di prendersi cura di se stesso. L’uomo è ricoverato in gravi condizioni ...

I carabinieri indagano sul passato delle vittime

Agguato davanti alla cornetteria, un morto e un ferito -video

07/11/2016, 10:04 -
Un ennesimo agguato fa tremare Napoli. Nella notte una persona è morta e un'altra è rimasta ferita. E' circa mezzanotte quando i killer aprono il fuoco contro due giovani che erano fuori a una cornetteria, in Viale dei Pini ai Colli Aminei. Sono cinque i colpi di pistola esplosi.Vittime della sparatoria sono Antonio Bottone, 28 anni già noto alle forze dell'ordine, che muore durante il trasporto in ospedale, e Daniele Pandolfi, di anni 21, ferito anche lui dai proiettili a una natica e ricoverato al Cardarelli.Non è ancora chiaro il movente del raid a colpi ...

Perdono il controllo dell'auto e lo schianto contro un muro

Strage vicino Palermo: incidente mortale, tre ragazzi e un ferito molto grave

02/11/2016, 15:41 -
PIOPPO (PALERMO) -  Strage sulla statale 186 che collega Palermo a Partinico, un’auto sulla quale viaggiavano quattro ragazzi, non ancora ventenni è uscita fuori strada a forte velocità e si è schiantata contro un muro. Tre dei giovani a bordo hanno perso la vita. Un altro è ricoverato in condizioni gravissime in ospedale. Sono morti: Angelo Marceca 19 anni, Giosuè Guardì, 16 anni, suo cugino Giacomo Guardì, 19 anni che era alla guida. Il quarto ragazzo ricoverato in ospedale si chiama Gabriele Diliberto, 19 anni. Due dei ...

La fidanzata in Lombardia lancia l'allarme

Murano: diciottenne allarma la fidanzata "Basta, mi uccido", poi s'impicca.

01/11/2016, 15:03 -
MURANO (VENEZIA) -  Il ragazzo stava chiudendo una relazione a distanza con la ragazza residente in Lombardia, le ultime parole lunedì sera: “Mi suicido” e poi lo ha fatto davvero. Ha spento il telefono e ha raggiunto una zona difficile da trovare; si è impiccato a un albero e si è tolto la vita.  I carabinieri hanno perquisito l’area per tutta la notte, ma il ritrovamento c’è stato il mattino seguente. Il giovane che ha compiuto questa tragedia è un 18enne che secondo le ricostruzioni dei carabinieri di Venezia stava ...

Agguato mortale mentre pregavano su una tomba.

Esecuzione al cimitero: due vittime per vendetta.

31/10/2016, 16:16 -
SAN LORENZO DEL VALLO (CALABRIA) - Il doppio omicidio è avvenuto ieri mattina in Calabria nel cimitero del paese San Lorenzo del Vallo nel Cosentino. Le vittime sono due donne: madre e figlia, Essa Costabile di 77 anni e Ida Attanasio di 52 erano rispettivamente madre e sorella di Francesco Attanasio, arrestato nel maggio scorso per l’omicidio di Damiano Galizia il cui cadavere è stato ritrovato in un appartamento. All’origine del delitto: un debito non pagato. Dopo l’arresto confessò l’omicidio collaborando con la polizia per il ...

Altre notizie

Cerca notizia