Cronaca / Sangue

Accoltella la convivente e rapisce la figlia. Arrestato
04/01/2018, 18:05

La donna è in condizioni gravi, ma non rischia la vita

Accoltella la convivente e rapisce la figlia. Arrestato

ALTAVILLA VICENTINA (VICENZA) - E' durata meno di 24 ore la fuga di Raffaele Busiello, il 38enne macellaio di Altavilla Vicentina, in provincia di Vicenza, che ha accoltellato la convivente moldava 37enne e poi è fuggito con la figlia di 6 anni. Busiello ha avuto un incidente stradale a Bagnolo San Vito, in provincia di Mantova. La macchina era rimasta troppo danneggiata per potersi muovere e quindi quando ...

La vittima è un turista spagnolo cinquantenne

Firenze: cade capitello nella Basilica, muore turista

19/10/2017, 17:36 -
FIRENZE - Incidente mortale oggi nella Basilica di Santa Croce a Firenze. Verso le 14.30 un capitello si è staccato da una colonna dall'altezza di 20 metri ed è caduto sulla testa di un turista spagnolo cinquantenne che stava visitando la Basilica. Il pezzo è in pietra ed è grande 15 centimetri per 15. Immediatamente è stato chiamato il 118, i vigili del fuoco e la Polizia, ma ormai non c'era niente da fare. I medici hanno potuto solo constatare il decesso dell'uomo, mentre i vigili hanno iniziato le indagini sulla stabilità strutturale ...

I colpevoli sono due minorenni di Aqui Terme

Picchiano un ragazzo di colore e filmano la scena: denunciati

31/08/2017, 17:45 -
AQUI TERME (ALESSANDRIA) - Due minorenni 17enni di Aqui Terme, in provincia di Alessandria, sono stati denunciati per lesioni e istigazione a delinquere. I fatti risalgono allo scorso 8 agosto, ma si è saputo solo oggi. I due hanno anche filmato la loro aggressione, per poi postare il video su Internet. Nel filmato si vede un ragazzo di colore - anche lui minorenne, si tratta di un richiedente asilo alloggiato presso la "Crescere Insieme Onlus" - che viene affrontato da un gruppo di ragazzi. Uno di loro lo provoca, lo insulta, lo spintrona e poi lo colpisce ...

L'uomo si è costituito dopo il fatto

Aggredisce il pusher del fratello con una mazza da baseball. Denunciato

27/07/2017, 18:33 -
ROMA - L'esasperazione può infilare una persona in un brutto guaio. E' quello che è successo il 23 luglio scorso, a Roma, a Colle Salario. In base a quanto ricostruito dalla Polizia, che adesso sta verificando i dettagli, tutto è iniziato alcune settimane fa, quando un quindicenne, istigato da un amico, è andato a comprare droga in un appartamento, all'insaputa della famiglia. Ma il fratello maggiore, 22enne, di questo ragazzo se ne è accorto ed è riuscito ad ottenere l'indirizzo del pusher. A quel punto ha preso una mazza da ...

"Facevano pipì sul muro di casa mia"

Foggia: morto 23enne dopo l'accoltellamento da parte di un 60enne

19/07/2017, 10:23 -
MONTE SANT'ANGELO (FOGGIA) - Un giovane di 23 anni è morto all'ospedale Casa sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo, dopo tre giorni di agonia. Era stato accoltellato il 16 luglio, insieme ad un amico, da Luciano Antonio Rinaldi, 60enne autista del 118. Vennero trovati entrambi per strada, sanguinanti: il 23enne con diverse ferite all'addome; l'altro con una profonda ferita alla gamba. Ed è stato il secondo a riferire quello che era accaduto. Ma per il 23enne le ferite erano molto gravi e non ce l'ha fatta a resistere ai danni subiti e alla grave ...

Tesi difensiva del responsabile dell'omicidio

Ha investito e ucciso motociclista dopo incidente. "Volevo leggere la targa"

12/07/2017, 13:29 -
TORINO - Il Gip di Torino si è riservato di decidere sulla detenzione in carcere di Maurizio De Giulio, accusato di omicidio volontario. Nel giro di cinque giorni, farà sapere la sua decisione. La vicenda è quella di domenica: Matteo Penna ed Elisa Ferrero stavano viaggiando sulla statale 24, in moto, quando hanno avuto una violenta lite verbale con De Giulio perchè pare che i due avessero urtato lo specchietto del Ford Transit su cui viaggiava de Giulio. Una lite che sembrava conclusa, quando l'uomo ha investito la moto ad alta velocità, ...

Si sospetta che il colpevole sia uno dei figli

Parma: madre e figlia uccise a coltellate

12/07/2017, 10:43 -
PARMA - Una donna di 43 anni, Patience Nfum, e la figlia di 11 anni Magdalene Nyantaky sono state trovate morte nella loro abitazione. Sul corpo, numerose ferite di coltello che hanno provocato un dissanguamento tale che i pavimenti di tutte le stanze della casa sono coperte di sangue. A scoprire i corpi è stato il figlio Raymond, che ha chiamato il 113. E' stato anche sentito in Questura. Risulta irreperibile invece l'altro figlio, Salomon, che è sospettato del duplice omicidio. Tuttavia restano ignote le cause dell'evento di sangue. Adesso che Salomon ...

Era stato trovato in un asciugamano vicino alla strada

Torino: risolto l'enigma del neonato. E' stato ucciso dalla madre

31/05/2017, 09:28 -
SETTIMO TORINESE (TORINO) - E' stata risolta la vicenda del neonato trovato per strada e poi morto in ospedale. Contrariamente alle prime informazioni che sono state diffuse, il bambino era già seriamente ferito quando è stato trovato da un passante. L'asciugamano in cui era avvolto era sporco di sangue. Inoltre, dopo la morte del neonato, sono state riscontrate numerose ferite dovute ad un trauma. Da qui sono partiti i Carabinieri che in serata hanno individuato la madre del bambino: si tratta di Valentina Ventura, 34 anni. Abita in un edificio vicino al punto in cui ...

La donna non ha retto alla notizia

Vede il marito impiccato, si spara con la pistola del poliziotto

26/05/2017, 18:15 -
SAN MARINO - Doppia tragedia a San Marino. Un falegname di 60 anni si è suicidato, impiccandosi nel capannone della sua ditta. A scorpirlo è stata la moglie, che ha chiamato le forze dell'ordine e l'ambulanza e ha cercato di liberarlo. In questo è stata aiutata da un vicino. I due hanno liberato il falegname dal cappio, ma ormai era troppo tardi. Nel frattempo sono arrivati i paramedici e i poliziotti della Guardia di Rocca, che però hanno potuto solo registrare il decesso già avvenuto dell'uomo. Mentre stavano portando via il cadavere, la ...

La freccia non ha colpito organi vitali

Torino: si presenta in ospedale con una freccia nel collo. E' vivo

23/05/2017, 13:30 -
TORINO - A Napoli si dice che "quando il Padreterno ti vuole, il tuo numero di telefono lo sa sempre". Alla stessa maniera, se non ti vuole, si può sopravvivere a qualsiasi cosa. E' l'unic acosa che mi viene in mente, a pensare a quello che è successo ad un uomo che si è presentato qualche giorno fa all'ospedale Le Molinette di Torino con una freccia nel collo. L'uomo - perfettamente lucido nonostante la ferita - ha spiegato che la freccia gli era partita accidentalmente mentre stava pulendo e caricando la balestra. Un controllo medico ha permesso di ...

Altre notizie