Cronaca / Sanità

Trattamenti delle patologie aortiche: due giorni di meeting a Napoli
22/06/2017, 15:09

Il convegno presieduto dal prof. Nappi

Trattamenti delle patologie aortiche: due giorni di meeting a Napoli

NAPOLI - Il trattamento delle patologie aortiche al centro del meeting internazionale che si è svolto nel complesso monumentale di S. Chiara. Due giorni, il 22 e il 23 giugno, che hanno visto esperti e medici di tutto il mondo discutere delle nuove tecniche mini invasive.

Il 22 e il 23 giugno al Complesso Monumentale S. Chiara

Nuove tecniche di cardiochirurgia: due giorni di meeting internazionale

21/06/2017, 12:27 -
NAPOLI - Due giorni per discutere delle tecniche di chirurgia mini invasive e dei trattamenti delle patologie aortiche. Il 22 e il 23 giugno nel Complesso Monumentale di Santa Chiara si terrà il meeting internazionale di cardiochirurgia presieduto da Gianantonio Nappi.Un convegno nel quale esperti e specialisti di tutto il mondo discuteranno di casi concreti a partire da un'eccellenza nel settore come l'Ospedale Monaldi.  

Caccia ai geni ereditari dei tumori

19/06/2017, 13:00 -
Un  oncochip per mappare le alterazioni genomiche e le mutazioni genetiche ereditarie dei tumori e curare con più precisione i malati utilizzando nuovi farmaci molecolari.L’oncochip, una minuscola piastrina elettronica di silicio in grado di memorizzare, elaborare e trasmettere dati, trasformerà ogni paziente in un progetto di ricerca a sé: il suo genoma sarà incrociato in tempo reale con le informazioni cliniche e scientifiche disponibili.La prospettiva concreta è la creazione di una sorta di internet dei genomi, che moltiplicherà le possibilità preventive e diagnostiche per le potenziali  predisposizioni familiari. Il progetto finanziato dal Ministero della Salute e realizzato da ...

OSPEDALE SAN PAOLO; TAGLIALATELA (FDI-AN): DE LUCA SENZA VERGOGNA

14/06/2017, 10:44 -
"Il Presidente De Luca blatera di responsabilità pregresse senza vergognarsi del fatto che il direttore generale della ASL NA1 da lui nominato sia stato arrestato e non ancora sostituito. Il Governatore dimentica le sue responsabilità nelle scelte fin qui compiute e preferisce lasciare senza vertici le AASSLL. La Sanità in campania è tornata ad essere fanalino di coda con questo governo regionale di centrosinistra e la vicenda delle formiche presenti nel letto di una paziente ricoverata presso l'ospedale San Paolo rappresenta solo l'ultimo vergognoso episodio che certifica questo trend negativo. De Luca invece di invocare fantasmi del passato pensi ad esplicare il suo ruolo politico ed amministrativo al meglio, ...

Formiche nel letto d'ospedale a Napoli, Lorenzin invia task force e Nas

14/06/2017, 10:35 -
Centinaia di formiche che assediano una pazienta costretta in un letto nell'ospedale San Paolo di Napoli. "E' cosa indegna. Abbiamo immediatamente mandato i Nas e oggi arriverà anche una task-force. L'ho inviata anche per vedere tutte le responsabilità e quindi fare un'accertamento sulla direzione dell'ospedale e su quello che è accaduto nel reparto e agli altri pazienti. Ovviamente e' stato bloccato l'accesso al reparto per altri pazienti", dice il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. "Dalle prime indagini - ha aggiunto - e' emerso che c'erano dei lavori all'interno del reparto e poi hanno trovato queste lenzuola infestate in un magazzino". Un'immagine choc che richiama situazioni da terzo mondo. A diffondere la foto e a ...

I dati analizzati anche regione per regione

Vaccinazioni: calo anche di quelle obbligatorie

12/06/2017, 10:31 -
ROMA - I dati del Ministero della Sanità, raccolti fino al dicembre 2016 non lasciano scampo a tutti gli antivaccinisti (compresi quelli che invocano la "libertà di scelta" sui vaccini da somministrare ai figli). In Italia tutte le vaccinazioni sono in calo, e quasi tutte sotto la soglia fatidica del 95%, quella che per gli esperti è la soglia della immunità di gregge. Cioè quella soglia al di sopra della quale il numero dei vaccinati è così elevato da fermare sul nascere qualsiasi focolaio di infezione. E così si ...

L'appello di una mamma: "Terapie negate a mio figlio autistico"

07/06/2017, 18:04 -
La signora Rita D’Alterio è la mamma di Gabriele, un ragazzo di 12 anni, affetto da una grave forma di autismo. Da quando è arrivata l’infausta diagnosi, Rita non ha mai mollato la presa e ha lottato perché Gabriele avesse la giusta assistenza. “Sono 5 anni - dice - che Gabriele usufruisce del PTRI, il Progetto Terapeutico Riabilitativo Individuale, presente nelle Asl e che lei e suo marito hanno chiesto venisse utilizzato come ABA, il metodo che studia le interazioni psicologiche e comportamentali”. Questa metodologia per il piccolo Gabriele è indispensabile, il ragazzo ha compiuto passi da gigante, ottenendo risultati straordinari. Rita e il marito, però, non riescono a sostenere più ...

Portato in ospedale, non è stato possibile salvarlo

Torino: morto neonato abbandonato per strada

30/05/2017, 10:43 -
SETTIMO TORINESE (TORINO) - Un bambino appena nato è stato abbandonato questa mattina per le strade di Settimo Torinese, in provincia di Torino. Il bambino era avvolto in un asciugamano ed aveva la pelle chiara. Ad accorgersene è stato un passante, che ha chiamato immediatamente il 118 e i carabinieri. I sanitari hanno portato immediatamente il bambino in ospedale, ma era arrivato già in arresto cardiaco. Immediatamente è stato sottoposto alle cure del caso ed è stato ricoverato in rianimazione; ma purtroppo è morto poco dopo. Sono iniziate le ...

Ha avuto per 15 giorni la febbre alta

Otite curata con l'omeopatia, bambino di 7 anni in coma

26/05/2017, 19:02 -
ANCONA - Un bambino è stato ricoverato all'ospedale di Ancona in coma, a causa di un'otite non curata. O meglio curata con metodi omeopatici (il che è la stessa cosa). I genitori, che vivono in provincia di Pesaro, avevano affidato le cure del loro bambino all'omeopata già da 4 anni. Più volte il bambino aveva sofferto di otite, ma ai genitori erano bastate le cure omeopatiche, fino a questa volta, quando l'otite hsi è presentata in maniera più forte. La coppia ha mantenuto il bambino a casa con la febbre alta per due settimane, prima di ...

Sono un T1po: progetto di sensibilizzazione verso il diabete infantile

18/05/2017, 16:14 -
Napoli - In Campania oggi vivono circa 1400 bambini e adolescenti con diabete mellito tipo 1 e l’età della diagnosi si riduce sempre piu’. Sebbene infatti il maggior numero di esordi continui a manifestarsi tra i 9 e gli 11 anni, il diabete viene diagnosticato a un numero sempre maggiore di bambini al di sotto dei 3 anni (Fonte SID).   Considerando l’ampia diffusione della malattia, quindi, occorre guidare i piccoli pazienti, i genitori e gli insegnanti all’interno di un percorso che li aiuti a conoscerla e a gestirla nella quotidianità. In questo modo non solo faciliteranno il lavoro degli specialisti, ma soprattutto i bambini potranno condividere la loro vita con il diabete anche con i loro amici e ...

Altre notizie