Cronaca

Francia: cittadina italiana condannata per aver aiutato dei migranti
20/07/2018, 18:33

Francia: cittadina italiana condannata per aver aiutato dei migranti

AIX EN PROVENCE (FRANCIA) - Francesca Peirotti, cittadina cuneese di 31 anni, è stata condannata da un tribunale francese a 6 mesi di reclsuione. L'accusa è di favoreggiamento all'immigrazione clandestina. La sua colpa è stata quella di aver trasportato 8 persone richiedenti asilo, tra cui un neonato, in Francia, per permettergli di riunirsi ai familiari. La ragazza, attivista dei ...

Soldi dovuti quando faceva parte del partito

Roma: Piero Grasso condannato a versare 82 mila euro al Pd

20/07/2018, 18:10 -
ROMA - Il Tribunale civile di Roma ha emesso un decreto ingiuntivo contro l'ex presidente del Senato Piero Grasso, intimandogli di versare 82 mila euro al Pd. La somma è dovuta in quanto nel 2013 Grasso venne eletto in Parlamento nelle file del Pd. E c'è un regolamento interno al Pd che stabilisce che ogni parlamentare deve versare una somma mensile per le spese del partito. Obbligo a cui Grasso non ha ottemperato per la somma contestata. E quando il tesoriere del Pd, Francesco Bonifazi, ha chiesto indietro quei soldi, Grasso si è rifiutato di pagare. Da ...

L'azienda ha notato che il camion era fermo

Camionista ha un ictus, salvato da 1500 Km di distanza

20/07/2018, 17:33 -
TORINO - Può sembrare incredibile, ma un camionista è stato salvato ieri da 1500 Km. di distanza. E' successo ieri pomeriggio, quando un camionista proveniente dalla Bulgaria ha avuto un ictus dopo aver fermato il suo mezzo nell'area di servizio Stura sud, nel torinese. Insospettiti dal fatto che la sosta si stava prolungando eccessivamente, come dimostrato dal Gps, i dirigenti della società per cui lavorava il camionista hanno avvisato la stazione di servizio che a sua volta ha avvisato la Polizia. I poliziotti, visto che l'uomo era scivolato per terra ...

E' una storia originale, senza i baloon

Venduto all'asta il numero 1 italiano di Topolino per 16 mila euro

20/07/2018, 17:18 -
TORINO - 16 mila euro per un fumetto di 8 pagine può sembrare una esagerazione. Ma non quando il fumetto in questione è il numero 1 di Topolino, di cui esistono forse solo due o tre esemplari in tutto. Il fumetto è stato venduto a Torino qualche giorno fa. Il venditore aveva trovato il cimelio tra le carte del padre, ma non era particolarmente interessato, per cui ha deciso di monetizzarlo. La caratteristica di questo numero 1 - uscito il 31 dicembre 1932 - sta nel fatto che si tratta di storie originali, non della traduzione dei fumetti statunitensi. E' ...

Secondo i suoi legali, si tratterebbe di un atto dovuto

Il Ministro Paolo Savona indagato per usura bancaria

20/07/2018, 16:46 -
CAMPOBASSO - Il Ministro per gli Affari Comunitari Paolo Savona è indagato dalla Procura di Campobasso con l'accusa di usura bancaria, insieme ad altre 22 persone. I fatti risalgono a quando Savona era ai vertici dell'Unicredit. Tuttavia dai suoi avvocati è trapelata la notizia che l'iscrizione è un atto dovuto, dato il ruolo che aveva Savona all'epoca; ma lui non aveva alcun potere sui tassi di interesse, che sono quelli che sono stati manipolati verso l'alto per far scattare il reato. Questo sarebbe dimostrato anche dal fatto che i 22 indagati sono tutti i ...

Da Mergellina a Westmister, inaugurata a Londra "50 Kalò" la pizzeria di Ciro Salvo

19/07/2018, 23:16 -
Ciro Salvo ha aperto a Londra lo scorso 12 luglio la sua nuova pizzeria, un locale di circa 200 metri quadrati nel centro della città nella celebre Trafalgar Square, la piazza delle piazze, uno dei simboli di Londra nel mondo. “L’idea di aprire a Londra nasce qualche anno fa, per trasferire tutta l’identità di 50 Kalò  e per farlo al meglio bisognava pensare e studiare la formula giusta. E’ un salto che si può fare quando si è professionalmente maturi e pronti. Aprire locali é facile, ma trasferirne l’anima è la cosa più importante” dichiara Ciro Salvo che riprodurrà in maniera fedele il suo stile di pizza “buono, idratato e ...

Durissime le motivazioni della sentenza

La trattativa Stato-mafia accelerò la morte di Paolo Borsellino

19/07/2018, 18:55 -
PALERMO - Sono state depositate le oltre 5000 pagine che costituiscono le motivazioni della sentenza sulla trattativa Stato mafia, che ha visto il 20 aprile scorso pesanti condanne: 28 anni per il boss Leoluca Bagarella, 12 anni per gli ex generali del Ros Mario Mori e Antonio Subranni, 12 anni per l’ex senatore Marcello Dell’Utri, 8 anni per l’ex colonnello Giuseppe De Donno, 8 anni per Vito Ciancimino. Ci vorrà tempo per esaminare tutti i dettagli. Ma una cosa è balzata subito agli occhi. La convinzione dei giudici, in base ...

Tra le accuse, una truffa da 320 milioni

Metro C, si prepara processo per 25 persone, tra cui l'ex sindaco Alemanno

19/07/2018, 18:33 -
ROMA - La Procura della Repubblica di Roma si prepara a chiedere il rinvio a giudizio per 25 persone, nell'ambito delle indagini sulla metro C di Roma. I reati contestati vanno dalla truffa per 320 milioni alla corruzione e al falso. Gli episodi principali sono soprattutto due. Il primo riguarda l'accordo del 2011, al seguito del quale lo Stato, il Cipe, la Regione Lazio e il Comune di Roma pagarono 230 milioni di euro per far ripartire i lavori; soldi che secondo la procura non erano dovuti, ma che gli accusati si sarebbero procurati con documenti falsi. Stessa cosa ...

Infranta una prassi che durava dal 1948

Salvini querela Saviano su carta intestata del Ministero dell'Interno

19/07/2018, 18:04 -
ROMA - Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha presentato una querela contro lo scrittore e giornalista Roberto Saviano. Il reato contestato è quello della diffamazione a mezzo stampa. Il riferimento è ad una serie di dichiarazioni e di articoli, per esempio quella in cui Saviano lo chiama ministro della malavita (adattando una espressione di Gaetano Salvemini indirizzata Giovanni Giolitti) oppure quella in cui Saviano paventa la possibilità che la decisione di Salvini di togliergli la scorta sia una ritorsione per le dichiarazioni ...

Raid punitivo in un bar, arrestato boss della Sanità

19/07/2018, 10:16 -
I Carabinieri di Napoli Stella hanno arrestato tre persone tra cui anche Salvatore Savarese, 65 anni, ritenuto a capo dell’omonimo clan del rione Sanità. A quanto emerso dalle indagini, avrebbe fatto parte del commando che ha compiuto, il primo giugno scorso, un raid punitivo contro il Bar Romeo,  gestito dall’ omonima famiglia. Determinanti, per l’individuazione dei tre e per documentare le fasi del raid, le immagini dei sistemi di videosorveglianza e le comparazioni compiute dal RACIS di Roma. Il movente sarebbe da ricondurre a uno scontro verbale tra un esponente del clan e un parente della vittima, che non ha gradito l’intervento della “famiglia” nella risoluzione di una vicenda privata, non ...

Altre notizie