Cultura e tempo libero / Archeologia

Reggia d’autore per le Giornate Europee del Patrimonio
23/09/2016, 18:12

Reggia d’autore per le Giornate Europee del Patrimonio

CASERTA - Sabato 24 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, a partire dalle ore 19.30, al costo simbolico di un solo euro, preso il Palazzo Reale di Caserta è di scena Rosso Vanvitelliano, l’opera teatrale della città della Reggia. Primo esempio di una autonoma produzione culturale della città di Caserta – con i giovani artisti del Laboratorio ...

Le iniziative nei SITI ARCHEOLOGICI VESUVIANI

Giornate Europee del Patrimonio

23/09/2016, 11:24 -
Sabato 24 e domenica 25 settembre le aree archeologiche vesuviane aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio, che interesseranno con iniziative e aperture straordinarie tutti i luoghi d’arte e della cultura statali. Il costo di ingresso ai siti è regolare (13 € Pompei – 11 € Ercolano - 5,50 € Oplontis e Boscoreale – ingresso gratuito, Stabia). Nella serata di sabato 24 settembre, inoltre, i siti di Pompei, Ercolano, Oplontis e il museo di Boscoreale prevedono apertura straordinaria dalle 20.00 alle 23.00, al costo 1 euro, a complemento ...

Il sindaco Marino col Lions Caserta Host

20/09/2016, 10:47 -
CASERTA - Affascinante visita guidata del Lions Caserta Host al Santuario di Santa Maria del Castello in Formicola nell’incomparabile cornice di macchia mediterranea del Monte Maggiore. “Per la tradizionale Festa della famiglia - ha evidenziato la presidente Gaetana Conti –  perseguendo l’indirizzo dato dal governatore del Distretto 108/Y/A Renato Rivieccio  per l’area culturale sul tema del patrimonio dei beni culturali da proteggere, conservare e valorizzare quale fonte di lavoro, abbiamo allungato lo sguardo oltre la Reggia puntando i riflettori su un’altra delle tante gemme del nostro hinterland che, tutte insieme, ben possono concorrere a definire il ruolo di Caserta, capitale della cultura ...

Sorrento, approvato il progetto del Parco Agricolo archeologico

13/09/2016, 10:43 -
SORRENTO - L’area cosiddetta dei “Bagni della Regina Giovanna”, in località Capo di Sorrento, è stata oggetto di due provvedimenti approvati dalla giunta municipale nella seduta di oggi. L’esecutivo, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, ha dato il via libera al progetto definitivo, elaborato dall’Ufficio Tecnico Comunale, che prevede la destinazione a “Parco Agricolo Archeologico della Punta di Sorrento” di un’area di grande pregio ambientale e storico, estesa su una superficie di circa 56.600 metri quadrati.  Redatto dal gruppo di lavoro coordinato dal dirigente del terzo dipartimento, Alfonso Donadio, il piano prevede la riqualificazione del sito, acquistato nel 2003 dal Comune di ...

Bene anche Pompei, il Museo Archeologico ed Ercolano

Domenica al Museo, afflusso record alla Reggia di Caserta

05/09/2016, 11:44 -
CASERTA - Afflusso record alla Reggia di Caserta che ha chiuso i botteghini staccando 14.680 biglietti di cui 5168 paganti per l’accesso al Parco che, come si sa, è a pagamento. La prima domenica di settembre dell’anno scorso (2015), sempre con la gratuità dell’ingresso agli appartamenti, i visitatori furono 9869 di cui 3254 paganti. Un dato che fa esultare il direttore Mauro Felicori: “Registriamo un aumento del 49%, sempre più #FiduciaCaserta”. Intanto proprio sabato scorso, 3 settembre, la Reggia ha ...

Ci sono voluti 9 anni per completarlo

Esposto "Gualicho", dinosauro argentino di 6 metri

14/07/2016, 18:49 -
BUENOS AIRES (ARGENTINA) - E' stato esposto per la prima volta in un museo dei dinosauri di Buenos Aires una nuova specie carnivora, di cui non esistono altri esemplari. Si tratta di un animale lungo sei metri e del peso di 450 Kg. Strutturalmente non era molto diverso da un tirannosauro, anche se molto più piccolo: zampe anteriori molto più piccole di quelle posteriori, probabilmente camminava in posizione eretta. Lo scheletro è stato trovato in Patagonia nel 2007. Ma i lavori per la ricostruzione sono stati funestati da un incidente, che ha ritardato il ...

I turisti restituiscono i rperti trafugati

La maledizione dell’antica Pompei- Video

24/06/2016, 13:14 -
NAPOLI- Sfortuna e disgrazie per tutti coloro che portano via un souvenir dal luogo che ricorda la tragica fine della città di Pompei. Laddove i controlli non arrivano, a riportare in casa i reperti archeologici trafugati dai turisti interviene l’antica maledizione. Cocci di ceramica, pietre di roccia vulcanica, frammenti di muri e pavimenti. Questo il contenuto dei pacchetti che, da diversi anni, sono recapitati alla soprintendenza, molto spesso insieme ad altrettante lettere di scuse. Gli ignari turisti, facendo ritorno a casa, decidono con leggerezza di portare con ...

Trovata una stele etrusca, potrebbe rivelare nuove notizie

31/03/2016, 19:19 -
VICCHIO (FIRENZE) - Importantissima scoperta nel sito archeologico etrusco di Poggio Colla, a Vicchio, in provincia di Firenze. Si tratta di una stele in pietra, alta circa un metro e del peso di oltre 200 Kg. La cosa interessante sono le circa 70 lettere e segni di punteggiatura che vi sono incise. Finora sono stati ritrovati altri piccoli pezzi scritti in etrusco, ma mai così estesi. La stele viene probabilmente da un vecchio tempio, che venne distrutto per poi costruirne un altro al suo posto, circa 2500 anni fa. E' in buono stato, leggibile e ha solo subito qualche danno marginale dal fuoco. Si pensa che potrebbe dare nuove indicazioni suquella che era la religione e i riti degli Etruschi. Il ritrovamento è stato fatto dai ...

Una scoperta che retrodata l'uso di questo inchiostro

I papiri di Ercolano erano scritti con inchiostro metallico

22/03/2016, 20:05 -
ERCOLANO (NAPOLI) - Tra i tantissimi oggetti che sono stati trovati durante gli scavi nei restio archeologici della Ercolano romana distrutta dall'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., ce ne sono alcuni che è problematico studiare. Per esempio, dei papiri (trovati arrotolati) quasi del tutto carbonizzati. Bisognerebbe aprirli per leggerli, ma è impossibile: sono così danneggiati prima dal calore e dal tempo e poi da alcuni maldestri tentativi di lettura fatti in passato da non reggere nuovi tentativi di apertura. Rischiano di sbriciolarsi. Ma un gruppo di ricerca ...

E' stato trovato in Danimarca, per caso

Trovato un crocifisso che potrebbe far riscrivere la storia

18/03/2016, 17:37 -
AUNSLEV (DANIMARCA) - Dennis Fabricius Holm è un cittadino danese, che vive ad Aunslev. E ha un hobby: ha comprato un piccolo metal detector e, quando vuole passare il tempo, lo usa per esplorare terreni incolti. Facendo così, ha trovato tra le varie cose un crocifisso d'oro, di cui ha postato una foto su Facebook. I usoi amici gli hanno consigliato di rivolgersi ad un museo, visto l'aspetto decisamente antico di quel manufatto. E al museo hanno fatto una scoperta sensazionale: quel crocifisso è datato all'inizio del X secolo. Finora infatti si riteneva che il ...

Altre notizie

Cerca notizia