Cyber, scienza e gossip / Internet

Twitter annuncia la lotta alle fake news
08/02/2017, 10:34

Le solite promesse a cui non segue nulla

Twitter annuncia la lotta alle fake news

Dopo Facebook, anche Twitter annuncia di voler impedire la diffusione sui suoi canali delle fake news, cioè le notizie false spacciate per vere. In particolare, verranno colpiti quei tweet che conterranno notizie false o comunque contenuti di qualità scadente. Inoltre verranno controllati meglio gli account fasulli, chiudendoli quando sarà necessario. L'annuncio è stato dovuto ...

Ma le promesse diventeranno realtà?

Facebook modifica l'algoritmo per eliminare le fake news

02/02/2017, 19:18 -
Con un post sul blog ufficiale, firmato dagli ingegneri Akos Lada, James Li e Shilin Ding, Facebook ha annunciato di aver modificato l'algoritmo che "posiziona" le notizie sulla home page in modo da estromettere le fake news. Le modifiche sono sostanzialmente due. La prima esamina le pagine note per pubblicare bufale o per usare i sistemi classici per fare clickbaiting (titoli interrotti, richieste esplicite di condivisione, ecc.) e confronta gli articoli con quelli di questa pagina, "marcando" in maniera negativa le notizie similari. La seconda modifica ...

Gli effetti della tecnologia e il controllo di Google e Facebook

26/01/2017, 15:42 -
Nel corso degli ultimi 40 anni, si è molto discusso degli effetti della televisione sui giovani spettatori. Questo dibattito negli anni è stato via via sostituito da un altro argomento, più attuale e contemporaneo, forse. Si tratta degli effetti che riguardano l’utilizzo di dispositivi tecnologici, mobili e non. In poco meno di 25 anni siamo passati dall’utilizzo di pc fisso, consolle e altri apparecchi ingombranti e difficilmente trasportabili, a dispositivi che possono comodamente stare nel palmo di una sola mano. Smartphone, telefoni cellulari evoluti e tablet, rappresentano ormai il quotidiano per una fetta sempre più importante di utenti. Si tratta degli individui più ricettivi e quindi esposti a ...

La proposta di legge avanzata dal Ministro della Giustizia

Germania: multa di 500 mila euro per Facebook per le bufale sul web

20/12/2016, 10:24 -
BERLINO (GERMANIA) - Le cosiddette "fake news" (cioè notizie false che girano in Internet, comunemente dette "bufale") stanno diventando un problema un po' ovunque. Al punto che in Germania, in vista delle elezioni dell'anno prossimo, si moltiplicano le proposte per porvi un freno. L'ultima è quella del Ministro della Giustizia Heiko Mass che ha proposto sanzioni pecuniarie per Facebook: quando una notizia viene segnalata, il social network - che è il principale mezzo di diffusione delle fake news - ha 24 ore di tempo per eliminarla. Se non lo fa, scatta in automatico ...

E naturalmente gli utenti ci credono

Gentiloni premier immediatamente vittima dei fake su Facebook

14/12/2016, 11:49 -
Sono bastate meno di 24 ore dall'annuncio della nomina di Paolo Gentiloni a Presidente del Consiglio e subito su Facebook sono partite le bufale su Gentiloni. Uno dei primi è stato il blog "Libero Giornale", che ha pubblicato una dichiarazione del Presidente del Consiglio (ovviamente mai resa) in cui dice: "Gli italiani facciano sacrifici e smettano di lamentarsi". Una evidente bufala, ma subito diffusa dagli utenti (o meglio "utonti", termine più adeguato all'utente medio di Facebook) del social network. Sono oltre 15 mila condivisioni nelle prime 24 ore e oltre 20 mila ...

Il guasto domenica, ma ancora non è stato risolto

Germania: guasto alla Telekom, mezzo Paese senza Internet

28/11/2016, 11:18 -
BERLINO (GERMANIA) - Anche i migliori alle volte inciampano. Come la tedesca Telekom, la società che gestisce la rete telefonica e quindi Internet in Germania. Nella giornata di domenica un gigantesco guasto ha mandato in tilt la rete telefonica in una parte consistente del Paese. Tra le città coinvolte, anche Berlino, Amburgo e Francoforte. Milioni di persone si sono trovate senza linea Internet e senza linea telefonica, potendosi affidare solo ai cellulari. Ovviamente, immediatamente è partita la ricerca del guasto e la sistemazione della rete telefonica. Ma ...

Vuole raggiungere i quasi 2 miliardi di cinesi

Facebook si piega alla Cina: viene introdotta la censura

23/11/2016, 11:23 -
PECHINO (CINA) - Mark Zuckenberg ha deciso di non andare per il sotytile, pur di sbarcare sul mercato cinese. E così, come tutte le altre aziende che operano grazie ad Internet (Google, Microsoft, ecc.) ha deciso di sottostare ai diktat di Pechino. A cominciare dalla censura, un must per il merctao cinese. E così metterà a punto un programma con cui il governo cinese potrà setacciare i post pubblicati alla ricerca di parole scomode. Ed eliminare i post o i link in questione. Insieme ai cittadini cinesi che le scrivono...Una decisione con cui viene messa a ...

L'ex mette le sue foto hard su Facebook, lei denuncia anche Zuckenberg

22/11/2016, 11:57 -
LECCE - Una brutta abitudine che diventa sempre più diffusa può creare un precedente giuridico per Mark Zuckenberg e Facebook. Tutto inizia nel 2014 quando una ragazza di Lecce scopre che il suo ex ha creato un falso profilo, mettendo le foto di lei nuda. Per questo scatta la denuncia nei confronti dell'ex. Sembra finita lì, ma il ragazzo, probabilmente per vendicarsi della denuncia, posta altre foto sul profilo. A questo punto la denuncia si allarga: non solo contro il ragazzo, ma anche contro Zuckenberg e Facebook (inteso come società), dato che - secondo la querelante - la società non ha bloccato il profilo ed evitato l'introduzione di nuove foto. Il processo tuttavia, appena iniziato, ha avuto ...

Supermario sbarca anche sui telefonini, ma il prezzo...

16/11/2016, 10:36 -
Manca meno di un mese al lancio di una nuova app per telefonini: Supermario. E' uno dei giochi più noti e più vecchi tra quelli esistenti, già venduto in 600 milioni di copie, se sommiamo computer, consolle e quant'altro. E dal 15 dicembre sarà anche sui telefonini. Anche se forse il prezzo è un po' eccessivo: i primi tre livelli saranno gratis, ma poi bisognerà pagare 9,99 dollari per accedere al resto del gioco. Una cifra decisamente alta, considerando che la maggior parte delle app hanno cifre inferiori ai 5 dollari, spesso un solo dollaro. E quindi che cosa succederà? Avrà successo? L'idraulico italiano riuscirà a convincere la gente in tutto il mondo a sborsare la cifra richiesta? ...

Entrambi agiscono sulla pubblicità, ma...

Google e Facebook dichiarano guerra alle bufale, ma è propaganda

16/11/2016, 09:36 -
In teoria, sarebbe una notizia eccellente: Google ha deciso di punire i siti che propongono bufale togliendo loro la pubblicità, e quindi impedendo loro di guadagnare in proposito. Questo chiaramente porterebbe i blog che spacciano bufale a chiudere a poco a poco, dato che non sarebbero più remunerativi. Ma in realtà, si è visto alle ultime elezioni statunitensi che è un sistema che non funziona: nei giorni scorsi la notizia più cliccata tramite Google è stata la notizia riportata da un blog che Trump aveva preso più voti della ...

Altre notizie