Archivio notizie

Israele costruisce la città di Trump... in Siria
10:13

Posata ieri la prima pietra dell'ennesimo abuso dello Stato

Israele costruisce la città di Trump... in Siria

TEL AVIV (ISRAELE) - Benjamin Netanyahu l'aveva promesso che avrebbe dedicato a Trump una nuova città e così ha fatto. Ieri è stata posata la prima pietra di Ramat Trump (le Alture di Trump), una nuova città riservata solo a persone di religione ebraica. Il punto è che Ramat Trump non è in Israele, ma in Siria. Per essere esatti, sulle alture del Golan, territorio ...

"Qualcuno" ha voluto avvisare il premier giapponese in Iran

Stretto di Ormuz: due petroliere colpite da siluri

13/06/2019, 16:18 -
STRETTO DI ORMUZ - Due navi sono state colpite da siluri nei pressi dello stretto di Ormuz, lo stretto braccio di mare che separa l'Iran dall'Arabia Saudita. Meno di 40 Km di distanza tra le due sponde, in quello che è il passaggio più frequentato dalle petroliere, sia dirette verso l'Oceano Indiano che verso il canale di Suez. A dare l'allarme è stata la flotta americana, che però non ha mosso un dito per salvare gli equipaggi. Cosa di cui si sono occupati immediatmente le unità di soccorso della marina iraniana, che hanno tratto in salvo i 44 ...

Si sono impossessati di migliaia di dollari in più

I vertici dell'Anp si aumentano gli stipendi in segreto

10/06/2019, 09:41 -
RAMALLAH (CISGIORDANIA) - La notizia è stata data da diversi quotidiani israeliani, e non è stata finora smentita: sembra che nel 2017 i membri del governo dell'Autorità nazionale palestinese si siano aumentati lo stipendio da 3000 a 5000 dollari al mese; per Abu Mazen l'aumento è arrivato a 6000 dollari al mese. Inoltre l'aumento è stato retroattivo del 2014, cosa che ha regalato a ciascuno di loro circa 30 mila dollari in un momento solo. E in Cisgiordania, dove c'è gente che vive con meno di 100 dollari al mese, 30 mila dollari sono una ...

Un documento che rappresenta solo una parte della realtà

Msf pubblica un documentario sulle condizioni dei feriti a Gaza

06/06/2019, 16:59 -
GAZA - Medici Senza Frontiere ha prodotto un documentario dal titolo "La sala d'attesa". E' un documentario che illustra la situazione dei palestinesi a Gaza, quando vengono feriti dai soldati dell'esercito israeliano. Il documentario narra la storia di tre di loro - si chiamano Rami, Firas e Marwa - rimasti feriti a causa dei proiettili che li hanno colpiti. Si tratta di tre dei quasi 25 mila feriti (anche se nel documentario si parla solo di 3500 persone, ndr) tra i palestinesi che tra il marzo e il dicembre del 2018 hanno pagato a caro prezzo il fatto di aver partecipato alle ...

Trump chiede a Iran e Russia di non bombardare Idlib

Attacco israeliano in Siria, colpite installazioni civili e militari

03/06/2019, 09:21 -
DAMASCO (SIRIA) - Attacco tra sabato e domenica dell'aviazione israeliana contro postazioni in Siria. Secondo un comunicato dell'aviazione di Tel Aviv, sarebbe stata la risposta ad un attacco siriano effettuato con due razzi. Razzi che però - come sempre quando Israele denuncia di essere stata attaccata - non hanno lasciato tracce nè fatto danni. L'attacco israeliano, secondo i quotidiani di Tel Aviv, hanno colpito una batteria missilistica antiaerea e centri di intelligence nella zona del Golan. In realtà, questi sono i classici obiettivi che si colpiscono prima ...

In caso contrario, si andrà alle elezioni

Israele: Netanyahu alle strette, deve formare il governo oggi

29/05/2019, 10:16 -
TEL AVIV (ISRAELE) - Il premier israeliano Benjamin Netanyahu rischia di inserire nel proprio curriculum politico un altro record negativo: quello di essere il primo premier a non riuscire a formare un nuovo governo. La Costituzione israeliana infatti assegna 45 giorni al premier per formare il governo; dopo di che la palla torna al presidente che decide se andare ad elezioni oppure affidare l'incarico a qualcun altro. E Netanyahu non è riuscito a trovare l'accordo, soprattutto a causa dell'intransigenza di Avigdor Liebermann, leader di un partito di estrema destra, che non ...

Tehera: "Non destabilizzate la regione"

4 navi sabotate nello stretto di Hormuz. Gli Usa accusano l'Iran

14/05/2019, 10:06 -
FUJAIRAH (EMIRATI ARABI UNITI) - Quattro navi da trasporto (tre petroliere e un cargo, battenti bandiere di diversi Stati) sono state vittime di misteriosi atti di sabotaggio nei pressi del porto di Fujairah, il principale porto degli Emirati Arabi Uniti nel pressi dello stretto di Hormuz. Si tratta di un punto cruciale, il braccio di mare dove la distanza tra l'Arabia Saudita e l'Iran è minima. In passato, è stato luogo di combattimenti navali, quando l'Iran ha cercato di chiudere il passaggio delle petroliere attraverso il Canale di Suez. Del resto, bloccare o anche ...

"Gli altri Paesi hanno 60 giorni per mantenere gli impegni"

L'Iran riprende le fasi preliminari della produzione di energia nucleare

08/05/2019, 10:01 -
TEHERAN (IRAN) - L'Iran ha annunciato che toglierà il limite alle proprie riserve di acqua pesante e di uranio arricchito, due materiali indispensabili per la produzione di energia elettrica attraverso una centrale nucleare. A dirlo è stato il presidente Hassan Rohani davanti al Parlamento, specificando: "L'accordo sul programma nucleare iraniano era stato raggiunto nell'interesse del mondo. Ma i nemici dell'Iran hanno fatto pressioni per spingerci al ritiro". Il riferimento esplicito è alla decisione degli Usa che con Donald Trump si sono ritirati unilateralmente ...

Parlano di "minacce contro gli Usa", ma non c'è minaccia

Gli Usa schierano una portaerei per attaccare l'Iran

06/05/2019, 09:21 -
WASHINGTON (USA) - Il consigliere alla sicurezza nazionale statunitense, John Bolton ha annunciato lo schieramento di una portaerei (e quando si parla di portaerei, si intende anche tutta la flotta di cui quella portaerei è ammiraglia, ndr) nell'"US Central Command region", una zona che comprende anche il Medioriente. Bolton ha specificato che lo schieramento è per inviare "un messaggio chiaro e inequivocabile al regime iraniano" che "minaccia gli interessi americani". E poi ha concluso dicendo: "Gli Stati Uniti non stanno cercando una guerra con il regime iraniano, ma sono ...

Ora c'è il "cessate il fuoco", ma durerà?

Bombe su Gaza nel week end: 27 palestinesi uccisi

06/05/2019, 09:01 -
GAZA - Week end di guerra a Gaza, con Israele che ha lanciato numerosi attacchi sulla popolazione civile di Gaza. Alla fine il bilancio è stato di 27 palestinesi morti, di cui solo un esponente di Hamas. Tra di essi, un bambino di 14 mesi e un ragazzo di 12 anni. Dall'altra parte, ci sono stati quattro morti israeliani, vittima di un attacco con un mortaio, addebitato ad Hamas. Inoltre da Gaza, secondo Israele, sono stati lanciati centinaia di razzi sulle città israeliane, ma non hanno fatto danni. Questa mattina alle 7 ora locale (le 6 in Italia) è ...

Altre notizie

Cerca notizia