Dal mondo

La Nuova Ira ammette l'uccisione della giornalista McKee
09:43

Ma ne danno la colpa alla Polizia

La Nuova Ira ammette l'uccisione della giornalista McKee

DERRY (IRLANDA DEL NORD) - Dopo oltre 25 anni, si ricomincia a parlare del terrorismo in Iralanda del Nord. E' nato tutto con l'uccisione della giornalista Lyra McKee, avvenuta giovedì scorso a Derry. In un comunicato la Nuova Ira ammette l'omicidio della giornalista e si scusa con i suoi familiari per l'accaduto. Ma dà la colpa alla Polizia di aver scatenato gli scontri durante i quali la ...

Il prezzo di petrolio tocca i massimi degli ultimi 6 mesi

Usa: sanzioni contro chi compra il petrolio iraniano

09:06 -
WASHINGTON (USA) - Continuano gli attacchi all'economia dell'Iran da parte degli Usa, come forma di sostegno alla propaganda del governo (in via di formazione) Netanyahu. L'ultima decisione del presidente Donald Trump è quella di cancellare le esenzioni dalle sanzioni per chi compra petrolio iraniano. In pratica, sin dai mesi successivi alla sua elezione, Trump ha non solo cercato di bloccare ogni esportazione dell'Iran (ovviamente in particolare del petrolio) minacciando sanzioni economiche anche contro qualunque Stato avesse fatto affari col governo di Teheran. Con un elenco ben ...

Ma non ci sono prove di fatti concreti

Russiagate: confermata l'interferenza russa nelle elezioni americane

18/04/2019, 17:52 -
WASHINGTON (USA) - Il Dipartimento di giustizia ha pubblicato il cosiddetto "rapporto Mueller", cioè il resoconto delle indagini condotte dal procuratore speciale Robert Mueller sul cosiddetto Russiagate. Un resoconto di 448 pagine che si può sintetizzare con la frase detta dal Ministro della Giustizia William Barr: la Russia ha interferito con le elezioni americane ma non ci sono prove di una collusione con il presidente Donald Trump e con il suo staff. Stessa cosa per le accuse di interferenza con le indagini: ci sono almeno 10 episodi accertati, ma in nessuno di essi ci ...

In Italia M5S recupera sul Pd

Sondaggio europee: salgono i sovranisti, frenano i partiti pro-Ue

18/04/2019, 16:03 -
Secondo i sondaggi pubblicati dal Parlamento europeo, procede l'avanzata dei sovranisti, con l'Efdd (il partito di M5S e di Farage) che raggiunge il 6% e l'Enf (che raduna tra gli altri la Lega e il Front National di Marine Le Pen) all'8,3%. Scendono invece i partiti più forti, come i popolari (scesi di 5 punti al 24%) e i socialisti (scesi al 20%). Cala anche la sinistra del Gue, al 6,1% e i "Conservatori e riformisti" (all'8,8%), mentre aumentano i consensi i Verdi, al 7,6%. In Italia, solo cinque partiti possono superare lo sbarramento del 4%, secondo i sondaggi. ...

Il "piano storico" non è altro che una presa in giro

Il piano di Trump per Israele: niente Palestina, niente autonomia, apartheid legalizzato

17/04/2019, 13:19 -
TEL AVIV (ISRAELE) - Verrà presentato ufficialmente solo tra qualche settimana, ma il "piano storico" che l'amministrazione Trump ha deciso di presentare per risolvere i problemi tra israeliani e palestinesi, secondo le prime indiscrezioni, non ha nulla di storico. E' semplicemente la presa d'atto di quello che vuole il governo israeliano, da imporre ai palestinesi. Se Abu Mazen e Hamas lo accetteranno avranno quattro soldi per starsi zitti; altrimenti saranno schiacciati militarmente da Israele. E cosa vuole il governo israeliano? Semplice: annessione della ...

Aumentano i morti tra i civili

Libia: Haftar bombarda tripoli, Serraj punta su Bengasi

17/04/2019, 09:45 -
TRIPOLI (LIBIA) - Attacco missilistico nella notte a Tripoli. Le batterie missilistiche del generale Khalifa Haftar hanno colpito la capitale, aolmeno 7 volte. Il bilancio è di 4 morti e 23 feriti, di cui quattro in gravi condizioni. Un portavoce delle truppe di Haftar ha dichiarato che l'esercito sta avanzando su nuove posizioni e che combatteranno contro il terrorismo. Altri scontri sono scoppiati tra le truppe nei pressi dell'aeroporto di Mitiga e nei pressi di Ain Zara. Dal canto suo, il portavoce dell'esercito regolare ha affermato: "L'ordine del comando centrale è ...

Macron promette: "La ricostruiremo"

Parigi: brucia la cattedrale di Notre Dame,danni ingenti ma la struttura è intatta

16/04/2019, 09:03 -
PARIGI (FRANCIA) - Un incendio è scoppiato ieri verdo le 19. Ha preso fuoco una impalcatura che era stata creata per i lavori di conservazione in corso. In quel momento era in corso la messa e i fedeli si sono accorti rapidamente che c'erano le fiamme. Sono stati chiamati i vigili del fuoco che hanno lavorato per ore per domare le fiamme. Verso le 20 è crollata anche la guglia. L'incendio è stato spento dopo la mezzanotte. I danni al tetto non sono lievi, ma la struttura è rimasta intatta. E il presidente Macron ha annunciato: "Abbiamo evitato il peggio ...

Continuano i combattimenti in Libia, oltre 200 i morti

Libia: rappresentante di Serraj a Roma con Conte

15/04/2019, 10:05 -
TRIPOLI (ROMA) - Incontro oggi a Roma tra il Presidente del Consiglio Giovanni Conte e Ahmed Maitig, vicepresidente del consiglio presidenziale della Libia. L'incontro ovviamente dovrebbe riguardare l'evenrtuale appoggio al governo di Tripoli che l'Italia concederà. Oggi è presente a Roma anche Mohamed al Thani, ministro degli Esteri del Qatar (che è schierato con il governo di Tripoli, ndr), per discutere dello stesso argomento. Il che fa da contraltare all'incontro, avvenuto ieri al Cairo, tra il generale Haftar e il presidente egiziano al Sisi. Intanto ...

Ora sarà difficile creare un governo di coalizione

Elezioni Finlandia: parità tra socialisti, sovranisti e centristi

15/04/2019, 09:01 -
HELSINKI (FINLANDIA) - Dopo un testa a testa, le elezioni finlandesi stabiliscono una sostanziale parità tra il partito socialista di Antti Rinne, i "Veri finlandesi" (partito sovranista di estrema destra, xenofobo ed euroscettico) e il partito conservatore. I primi hanno ottenuto il 17,7% dei consensi (pari a 40 seggi nel prossimo Parlamento), i secondi il 17,5% (pari a 39 seggi) e il terzo partito il 17% (pari a 37 seggi). A poca distanza il partito di centro del premier uscente Juha Sipila, col 15% dei consensi (pari a 30 seggi), i Verdi al 10,3% (cui spetterebbero 23 seggi), il ...

La notizia rilanciata da Repubblica, smentita da Parigi

Libia: la Francia dietro l'attacco di Haftar?

12/04/2019, 17:22 -
TRIPOLI (LIBIA) - Giornata di calma relativa in Libia, dato che il venerdì per i musulmani è la giornata della preghiera. Anche se si segnalano attacchi aerei del generale Khalifa Haftar contro la città di Zuwara, controllata dal premier Serraj. Ma a riscaldare la situazione arriva una notizia di Repubblica, che riferisce di una visita di alcuni esponenti vicini al generale Haftar a Parigi il 4 marzo scorso. Una visita che, ipotizza il quotidiano, potrebbe essere stato il via libera francese all'attacco in corso. Una ricostruzione che però è stata ...

Altre notizie