Dal mondo

Generazione selfie: arriva la Clinton, tutti di spalle
26/09/2016, 15:10

Buffa situazione per la candidata democratica

Generazione selfie: arriva la Clinton, tutti di spalle

WASHINGTON (USA) - Quando il Partito Nazista entrò nel Parlamento della Repubblica di Weimar con il 30% dei seggi, spesso per manifestare il disprezzo contro la classe politica di allora, davano le spalle al membro del Parlamento o del governo che parlava. Oggi invece a quanto pare dare le spalle diventa quasi un segno di apprezzamento, verso il politico di turno. Almeno questo si può desumere ...

Potrebbe essere la resa dei conti all'interno del partito

Spagna: il Psoe perde in Galizia e Paese Basco

26/09/2016, 10:36 -
MADRID (SPAGNA) - Brutta batosta per il Psoe (il partito socialista spagnolo) nelle elezioni regionali in Galizia e nel Paese Basco. Nel primo caso ha vinto il Partito Popolare di Mariano Rajoy con 41 seggi (su 75 disponibili), davanti a Podemos e Psoe, con 14 seggi a testa. Nel precedente parlamento galiziano, il Psoe era secondo a poca distanza dal Pp. Nel Paese Basco invece ha vinto il Pnv, un partito nazionalista, con 29 seggi, contro i 17 degli indipendentisti di Bildu. Poi con 11 seggi c'è Podemos, 9 per il Psoe e per il Pp. Anche in questo caso, il Psoe ha perso molti seggi, ...

La Lega contesta il risultato del referendum

Canton Ticino: stop ai lavoratori frontalieri dall'Italia

26/09/2016, 09:42 -
CANTON TICINO (SVIZZERA) - Il 58% degli abitanti del Canton Ticino, in Svizzera, hanno detto no all'arrivo di lavoratori frontalieri provenienti dall'Italia. E' questo il risultato del referendum che si è tenuto nella regione svizzera e che chideva di creare una corsia preferenziale per i lavoratori svizzeri rispetto agli italiani che vanno a lavorare in Svizzera. Un referendum che per ora troverà poca applicazione perchè è in contrasto sia con le leggi federali, sia con i trattati che il governo svizzero sta discutendo con l'Unione Europea, ma che ...

Incontro con il premier israeliano Netanyahu

Trump contro la storia: "Gerusalemme capitale di Israele"

26/09/2016, 09:18 -
WASHINGTON (USA) - Incontro tra il premier israeliano Benjamin Netanyahu con i due candidati alle elezioni presidenziali statunitensi, per vedere da chi dei due poteva ottenere di più. E chiaramente è stato Donald Trump quello che ha promesso un appoggio più forte. In particolare, Trump ha garantito a Netanyahu che, se verrà eletto, farà in modo che Gerusalemme venga riconosciurta come capitale indiscussa di Israele. E' una questione molto importante, dato che Gersusalemme non è una città israeliana (la capitale è Tel Aviv, anche se ...

Al Jazeera accusa Damasco, ma non si sa

Bombardata Aleppo, 80 morti, molti sono bambini

23/09/2016, 17:49 -
ALEPPO (SIRIA) - La città di Aleppo è sempre più un campo di battaglia, dove le truppe siriane cercano di entrare, mentre quelle dello Stato Islamico e di Al Qaeda cercano di fare resistenza. In questa situazione di guerra, c'è stato un bombardamento della città che Al Jazeera ha attribuito agli aerei siriani e russi; ma potrebbero anche essere stati i razzi che sono soliti usare i miliziani dello Stato Islamico. In ogni caso il bilancio è tragico: si parla di 70-80 morti, molti dei quali sono bambini o ragazzi. Sono stati ...

Erano state sequestrate dall'esercito americano nel 1952

Dopo oltre 60 anni, ecco le foto di Nagasaki dopo la bomba atomica

23/09/2016, 16:32 -
NAGASAKI (GIAPPONE) - Il primo a documentare l'inferno della bomba atomica sganciata su Nagasaki il 9 agosto del 1945 fu Yosuke Yamahata. Era un fotografo professionista che venne mandato sul posto, dove arrivò la sera stessa dell'esplosione, per documentare i danni prodotti. Le sue foto vennero pubblicate nel 1952, ma l'esercito americano (che all'epoca di fatto comandava ancora in Giappone) le sequestrò. E oggi quelle foto sono state dissequestrate e verranno vendute all'asta da "RR Auctions" per un valore stimato di 38 mila dollari. Le foto ovviamente mostrano i ...

Nessun invito per l'Italia

Mercoledì a Berlino incontro tra Merkel, Hollande e Juncker

23/09/2016, 16:15 -
BERLINO (GERMANIA) - Nuovo incontro tra la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Françoise Hollande e il Presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker. Si terrà mercoledì prossimo a Berlino e sarà seguito da un incontro dei tre con la Ert, l'unione europea degli industriali. E' stata una nota stampa della stessa Commissione Ue ad annunciarlo. Come si vede nessuna presenza dell'Italia. E non è certo strano, dato che il premier italiano sta entrando in collisione sia con Juncker che con la Merkel sia sulla vicenda migranti che ...

+14% di nascite in un anno

Fertility Day? In Danimarca ci sono riusciti con uno spot

22/09/2016, 18:50 -
Decisamente il Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin ha bisogno di consigli per il Fertility Day, se il suo scopo è aumentare la natalità in Italia. Potrebbe prendere esempio dalla Danimarca. Da poco più di un anno viene trasmesso periodicamente uno spot per incentivare le coppie a fare figli. E a quanto pare funziona: nei primi mesi del 2016 c'è stato un aumento delle nascite del 14% rispetto allo stesso periodo del 2015. Un vero e proprio boom. E senz'altro senza foto stupide o razziste come quelle della campagna creata dal Ministero della ...

Intanto gli Jahidisti preparano missili con gas nervini

Usa pro-Stato Islamico: chiesta una "no fly zone" in Siria

22/09/2016, 16:29 -
DAMASCO (SIRIA) - Rapidissimo voltafaccia degli Stati Uniti in Siria: meno di una settimana fa stringeva un accordo con la Russia per bombardamenti congiunti sulle zone occupate dallo Stato Islamico; oggi ha chiesto alla Russia la creazione di una "no fly zone" nel nord del Paese per impedire agli aerei siriani e a quelli russi di appoggiare gli attacchi dell'esercito che sta riconquistando le città che sono state sottratte al controllo di Damasco. Una richiesta che è stata respinta nettamente dalla Russia. Nel frattempo, proprio grazie ai bombardamenti, l'esercito ...

Lui: "E' un complotto"

Brasile: ex presidente Lula rinviato a giudizio

21/09/2016, 10:29 -
BRASILIA (BRASILE) - L'ex presidente brasiliano Lula da Silva è stato rinviato a giudizio e verrà processato con le accuse di corruzione e riciclaggio. E' quanto ha deciso il giudice, accogliendo parzialmente le richieste del pubblico ministero. Secondo l'accusa, Lula avrebbe intascato - in cambio di favori politici fatti alla società petrolifera Petrobas - soldi per la sua fondazione, l'Istituto Lula, e un appartamento di lusso a Guarujà. Valore totale: più o meno un milione di dollari. Insieme a Lula sono stati rinviati a giudizio la moglie Marisa e ...

Altre notizie

Cerca notizia