Dal mondo / Europa

Malta: uccisa giornalista che indagò sui Panama Papers
17/10/2017, 10:14

Hanno inserito una bomba nella sua auto

Malta: uccisa giornalista che indagò sui Panama Papers

LA VALLERTTA (MALTA) - Daphne Caruana Galizia, una delle più note giornaliste maltesi, è stata uccisa nei pressi di casa sua da una bomba inserita nella sua auto. La donna era uscita di casa normalmente ed aveva avviata l'auto, ma fatte poche centinaia di metri l'autovettura è esplosa, uccidendola sul colpo. La Galizia aveva collaborato con il figlio - che fa parte del Consorzio ...

Libertà vigilata per i capi della Polizia regionale

Spagna: incarcerati per sedizione due leader indipendentisti catalani

17/10/2017, 09:51 -
MADRID (SPAGNA) - Dopo il rifiuto di Rajoy di concedere due mesi a Puigdemont per eventuali trattative, il governo catalano è in una situazione di confusione. Alcuni partiti spingono per una risposta drastica, altri per una soluzione più diplomatica e ragionata. Ma in tutti i casi, rischiano di dover rispondere davanti alla legge della violazione della Costituzione spagnola. Intanto, la giustizia ha disposto l'arresto preventivo per Jordi Sanchez, capo dell'Assemblea Nazionale Catalana, e Jordi Cuixart, capo del partito Omnium. Entrambi sono accusati di sedizione. Altri ...

Anche l'uragano Ophelia ha contribuito con i suoi venti

Incendi in Spagna e Portogallo: 39 morti e danni incalcolabili

17/10/2017, 09:32 -
LISBONA (PORTOGALLO) - Gli incendi scoppiati negli ultimi giorni stanno devastando larghe zone del Portogallo e della Spagna. Si tratta di incendi dolosi, alimentati dalla siccità, dalle temperature decisamente alte per la stagione (siamo quasi stabilmente oltre i 30 gradi) e dai forti venti provenienti dal passaggio dell'uragano Ophelia. Infatti, nella sua corsa verso l'Irlanda, le propaggini dell'uragano hanno sfiorato i due Paesi; e le propaggini di un uragano sono forti venti. Non è un caso se l'Inghilterra si è svegliata con un cielo rosso, a causa delle ceneri e ...

I socialisti restano al 27%, contenendo le perdite

Austria: vincono i popolari, ma l'estrema destra è il terzo partito

16/10/2017, 09:39 -
VIENNA (AUSTRIA) - Alla fine, i sondaggi si sono dimostrati affidabili sul voto austriaco: la vittoria è andata ai popolari di Sebastian Kurz, che ha raggoiunto il 31,6%, ben sette punti in più delle ultime elezioni. I socialdemocratici mantengono il secondo posto, con il 26,9% dei consensi, mentre al terzo posto si piazza la destra islamofoba, xenofoba ed anti-euro di Heinz-Christian Strache, che guadagna altri cinque punti rispetto alle ultime elezioni finendo al 26%. Entrano in parlamento anche i Neos con il 5,1% e una lista scissionista dei Verdi, con il 4,3%. Il partito ...

Ma oggi scade l'ultimatum del governo

Spagna: Puigdemont chiede a Rajoy 2 mesi per trattare

16/10/2017, 09:21 -
MADRID (SPAGNA) - Scade oggi l'ultimatum di 5 giorni concesso dal premier Mariano Rajoy al governatore catalano Carlos Puigdemont per ritirare la dichiarazione di indipendenza prima che scattino contro di lui le sanzioni penali e prima che vengano ritirate le concessioni autonomiste alla Catalogna. Ma Puigdemont ha scelto un'altra strada. Ha mandato una lettera a Rajoy chiedendo due mesi di tempo per poter organizzare un incontro e discutere dell'indipendenza della regione. Nella lettera si ricorda anche l'esito del referendum del primo ottobre scorso e che il governo catalano ha ...

La risposta in un talk show radiofonico

La premier Theresa May: "Non so se voterei la Brexit oggi"

11/10/2017, 09:55 -
LONDRA (INGHILTERRA) - La premier inglese Theresa May ha partecipato ad un talk show radiofonico in cui doveva rispondere alle domande degli ascoltatori. Ma ha destato stupore il fatto che non abbia risposto con sicurezza ad una domanda per certi versi scontata. Ad un certo punto, infatti, la discussione è finita sulla Brexit e su cosa la May avrebbe fatto in caso di un secondo referendum. Prima la May ha cercato di evadere, dicendo che non avrebbe risposto a domande ipotetiche visto che non c'è nessun referendum in vista sulla Brexit. Poi ha ammesso di aver votato "Remain", ...

Il governo spagnolo dice di no alle trattative

Spagna: Puigdemont dichiara la secessione della Catalogna, poi la sospende

11/10/2017, 09:13 -
BARCELLONA (SPAGNA) - Era un discorso carico di attese, quello che Carlos Puigdemont, presidente del governo catalano doveva fare ieri sera: avrebbe dichiarato l'indipendenza della Catalogna oppure no? Alla fine ne è uscito un discorso con una buona dose di ipocrisia: infatti Puigdemont ha dichiarato l'indipendenza della Catalogna, ma subito dopo ha aggiunto di voler sospendere tutto per poter trattare col governo centrale. Ha poi cercato di ammorbidire la situazione: "Non abbiamo nulla contro la Spagna e gli spagnoli - ha detto - ma le relazioni non funzionano e non si è ...

Domani Rajoy parlerà in Parlamento a Madrid

Spagna: il governatore catalano oggi dichiarerà l'indipendenza

10/10/2017, 09:06 -
BARCELLONA (SPAGNA) - Carlos Puigdemont, il presidente della Catalogna, questa sera dichiarerà l'indipendenza della regione. Lo farà davanti alla Generalitat, il parlamentino regionale catalano. L'unico dubbio è la forma con cui lo farà, se sarà una scelta soft (tipo una richiesta di maggiore autonomia) oppure uno strappo più secco, con una richiesta di indipendenza. Il che è quello che vuole la maggioranza dei partiti della Generalitat. Quale che sia la decisione che Puigdemont annuncerà alle 18 di oggi, la risposta di Rajoy ...

Iniziativa in contrasto con le parole del Papa

Polonia: un milione di cattolici alla frontiera contro "l'islamizzazione dell'Europa"

09/10/2017, 10:39 -
VARSAVIA (POLONIA) - Diversi movimenti cattolici in Polonia hanno organizzato "Il rosario alla frontiera", una pregfhiera contro "l'islamizzazione dell'Europa". Si tratta di una iniziativa dove gruppi di persone andranno in luoghi lungo i confini terrestri e marittimi della Polonia, per una sorta di esorcismo di massa. Una iniziativa decisamente estremista, dal punto di vista religioso. E soprattutto è una iniziativa in contrasto con le parole del Papa, che hanno sempre invitato alla tolleranza e all'accoglienza, due parole che per i cattolici polacchi che parteciperanno a ...

Una parte dell'edificio è crollata

Russia: incendio al centro commerciale, 3000 persone evacuate

09/10/2017, 10:15 -
MOSCA (RUSSIA) - Un gigantesco incendio è scoppiato domenica nel centro commerciale Sindika Market, alle porte di Mosca. E' stato necessario evacuare oltre 3000 persone che in quel momento erano nella zona interessata e in quelle limitrofe. Circa 300 vigili del fuoco sono immediatamente intervenuti, per tenere sotto controllo le fiamme. Nonostante questo, l'incendio ha riguardato 55 mila dei 130 mila metri quadrati di superficie del centro commerciale. Inoltre le fiamme hanno fatto collassare almeno 400 metri quadrati. Ora ci vorrà del tempo per esaminare e ...

Altre notizie

Cerca notizia