Dal mondo / Medioriente

Trump vola in Israele per confermare l'appoggio militare
22/05/2017, 09:38

Stipulati accordi militari con l'Arabia Saudita per 110 mld

Trump vola in Israele per confermare l'appoggio militare

TEL AVIV (ISRAELE) - Questa mattina l'Air Force One porterà il Presidente statunitense Donald Trump dalla capitale dell'Arabia Saudita Riyad alla capitale israeliana Tel Aviv. Un caso anomalo, dato che non ci sono collegamenti diretti tra i due Paesi (anche se in realtà c'è un buon livello di rapporti commerciali, tra i due Paesi; ma avvengono attraverso la Giordania). Trump ...

Il primo può contare su religiosi, militari e sugli "ultimi"

Iran al voto: il conservatore Raisi sfida Rohani

19/05/2017, 17:34 -
TEHERAN (IRAN) - Alle 8 di questa mattina (ora locale) sio sono aperte le urne in Iran, per scegliere il nuovo presidente. Ci sono quattro candidati in lizza, tra cui il presidente uscente, Houssein Rohani. Ma la rielezione non è scontata, dato il buon successo che nei sondaggi ha ottenuto il conservatore Ebrahim Raisi, un religioso di 56 anni. E' entrato nella competizione elettorale quasi in punta di piedi, ma è riuscito a conquistare il voto di diversi strati della popolazione: non solo i religiosi e i militari, ma anche gli strati più bassi della ...

Ma i giornali italiani non ne hanno parlato

Israele: oltre 1600 detenuti palestinesi in sciopero della fame da un mese

18/05/2017, 16:54 -
TEL AVIV (ISRAELE) - Sono passati 31 giorni da quando 1600 palestinesi, detenuti nelle prigioni israeliane, hanno cominciato lo sciopero della fame, per protestare contro le violenze inferte ai detenuti dai secondini israeliani. Gli israeliani hanno cercato di sminuire la portata di questo sciopero della fame, facendo vedere delle immagini che avrebbero rappresentato Marwan Barghouti, leader della protesta detenuto in carcere, che mangiava degli snack. In realtà le immagini erano riprese dall'alto e quindi quella persona poteva essere chiunque, non si vedevano i ...

Accuse però basate sul nulla

Usa contro Assad: "Usa forno crematorio per cancellare sterminio"

16/05/2017, 09:42 -
WASHINGTON (USA) - Continua l'attacco mediatico degli Usa contro la Siria di Bashar al Assad. Sembra di assistere a quanto succedeva nel 2003 nei confronti dell'Iraq: si sta creando solo il clima per giustificare un attacco militare. Questa volta è stato Stuart Jones, assistente del segretario di Stato per il medio e vicino Oriente, che in conferenza stampa ha riferito che Assad farebbe uccidere una cinquantina di prigionieri al giorno nella prigione di Saydanya e poi ne brucerebbe i cadaveri in un edificio che è stato adibito a forno crematorio. Per dimostrare ...

Ma è ben poca cosa

Arabia Saudita: apertura alle donne, ridotto il "tutoraggio maschile"

05/05/2017, 17:54 -
RIAD (ARABIA SAUDITA) - Con un decreto reale, il re dell'Arabia Saudita ha eliminato una parte del cosiddetto "tutoraggio maschile". Infatti, secondo le leggi arabe, le donne possono effettuare attività al di fuori dell'abitazione solo con il consenso del "guardiano", che è il padre o il fratello se la donna è nubile o vedova, oppure il marito se è sposata. Il decreto permette alle donne di avere un lavoro pubblico, iscriversi all'università oppure andare a curarsi senza bisogno del consenso del guardiano. Una piccola apertura, anche se in ...

Italia, Germania e Usa tra coloro che hanno votato contro

Risoluzione Unesco: stop alle distruzioni israeliane a Gerusalemme

03/05/2017, 09:05 -
PARIGI (FRANCIA) - Il Comitato esecutivo dell'Unesco ha varato una risoluzione a tutela di Gerusalemme Est. In essa c'è scritto che Israele non può continuare ad abusare del fatto di essere nazione occupante a Gerusalemme per distruggere edifici, scavare tunnel e commettere altre distruzioni. Una risoluzione che è passata con 20 voti a favore, 23 astensioni e 10 contrari (tra cui Usa, Italia, Germania, Grecia). Ovviamente, rabbiosa ed isterica la reazione del premier israeliano Benjamin Netanyahu: "E' il cuore della nazione. Non vi è altro popolo nel ...

Netanyahu respinge l'apertura: vuole quelle terre

Hamas modifica la carta fondativa: Stato palestinese nei confini del 1967

02/05/2017, 09:10 -
PALESTINA - E' una iniziativa di pace importante, quella di Hamas: con una modifica alla propria carta costitutiva, Hamas stabilisce che uno Stato palestinese avrà i confini del 1967 (cioè Cisgiordania e Gaza, i territori occupati da Israele militarmente con un attacco a tradimento contro i Paesi vicini). Inoltre riconosce la convivenza con il popolo ebraico, ma dichiara che continuerà la sua battaglia contro il sionismo, cioè contro l'imperialismo portato avanti dai governi israeliani negli ultimi 50 anni. E' una iniziativa importante ...

La legge è voluta direttamente dalla principessa Basma

Giordania: abolito il matrimonio riparatore per gli stupratori

25/04/2017, 10:07 -
AMMAN (GIORDANIA) - Anche la Giordania si avvia alla cancellazione di un reato odioso come pochi: il "matrimonio riparatore" con cui uno stupratore può evitare il carcere, sposando la vittima. Il governo ha varato una legge con cui abolisce questa possibilità, contenuta nell'articolo 308 del Codice Penale. Ora la legge deve essere ratificata dal Parlamento. E c'è il solito contrasto con i partiti conservatori, che non vogliono queste "novità" alla loro tradizione. Ma se la dovranno vedere con la zia dell'attuale re Abdullah, la principessa Basma, che spinge ...

Non c'è stata rivendicazione

Siria: sale a 126 il numero delle vittime dell'attentato

17/04/2017, 11:18 -
ALEPPO (SIRIA) - E' salito a 126 il numero delle persone uccise dall'attentato kamikaze avvenuto domenica contro i civili che stavano lasciando i sobborghi di Aleppo. Di questi, 68 sono bambini. L'esplosivo era contenuto in un camion che avrebbe dovuto trasportare cibo. Il kamikaze si è avvicinato col suo mezzo ai pullman che erano in attesa di caricare i civili, per portarli al sicuro, e si è fatto esplodere. Non ci sono state rivendicazioni, ma il dito è puntato sullo Stato Islamico oppure su uno dei tanti gruppetti di estremisti islamici che combattono ...

Condizioni inumane, su cui però nessuno interviene

Israele: 1300 prigionieri iniziano lo sciopero della fame

17/04/2017, 09:37 -
TEL AVIV (ISRAELE) - Oggi 1300 detenuti palestinesi nelle carceri israeliane hanno deciso di iniziare lo sciopero della fame, seguendo l'appello inviato da Marwan Barghouthi, leader palestinese condannato all'ergastolo. L'amministrazione israeliana ha subito reagito, sequestrando i beni di tutti i detenuti in sciopero della fame (l'ennesima iniziativa contraria a tutti i diritti umani) e dividendoli il più possibile in diversi istituti detentivi. Ma la situazione dei detenuti palestinesi in Israele è veramente tragica. Nessuno può entrare nelle ...

Altre notizie