Archivio notizie

Finanziaria in bilico, tra stabilità politica e voglia di deficit
09:00

Mancano 4 giorni alla presentazione del Def

Finanziaria in bilico, tra stabilità politica e voglia di deficit

ROMA - Mancano solo 4 giorni alla presentazione del Def, il Documento di Economia e Finanza che costituisce lo scheletro della Finanziaria. Dovremmo essere alle limature dei dettagli, ma con l'attuale governo siamo invece alle decisioni fondamentali. In particolare il deficit: il Ministro dell'Economia Giovanni Tria punta a mantenere il deficit all'1,6%, come concordato con l'Unione Europea; mentre il ...

Ma la consigliera Borioni ne denuncia l'illegittimità

Foa rivotato come amministratore delegato dal Cda Rai

21/09/2018, 16:26 -
ROMA - Marcello Foa ha avuto un nuovo via libera dal Consiglio di Amministrazione Rai per la sua nomina ad amministratore delegato, con 4 sì, un astenuto (Riccardo Langanà, rappresentante dei dipendenti Rai) e un voto contrario (Rita Borioni, in quota Pd). Il voto contrario della Borioni è motivato dal fatto che secondo lei questa seconda votazione è illegittima e per questo ha annunciato azioni legali di tutela, se necessario. Ora la parola passa alla Commissione di Vigilanza Rai, che già ha bocciato una prima volta Foa. Ma questa volta le ...

Bocciato una volta come ad Rai, la maggioranza ritenta

Commissione di Vigilanza Rai: M5S e Lega ci riprovano con Foa

19/09/2018, 13:38 -
ROMA - Seduta tesa in mattinata, tra maggioranza e apposizione, all'interno della Commissione di Vigilanza Rai. Oggetto del contendere: la possibilità per la Lega di ripresentare come amministratore delegato della Rai Marcello Foa. La differenza è che adesso Forza Italia, dopo il vertice di Arcore tra Salvini e Berlusconi, potrebbe votare a favore, e non contro come la prima volta. Il problema è che da una parte abbiamo una serie di pareri legali presentati dal Pd che attestano l'illegittimità di una nuova votazione per Foa; dall'altra le ...

Questa rimane una delle finanziarie più pericolose

M5S insiste con Tria per avere più soldi aumentando il deficit

19/09/2018, 09:14 -
ROMA - Luigi Di Maio l'ha ripetuto anche ieri, nel solito monologo durante la trasmissione "Di Martedì": il ministro Tria deve trovare i soldi per "le esigenze dei cittadini". E si sa che per un politico, l'unica esigenza dei cittadini che conta è il loro voto. In realtà il punto è che, come tutti i pessimi governi, anche questo punta a fare una manovra che punta molto sulle spese per ampliare il consenso. Ma poichè non ci sono le risorse, il Movimento 5 Stelle e la Lega puntano sull'aumento del deficit. Lo ha fatto Di Maio, proponendo di ...

Ma restano ancora una incognita le coperture

La finanziaria prende forma dopo l'incontro di ieri tra Salvini e Di Maio

18/09/2018, 09:14 -
ROMA Incontro di tre ore ieri, tra Salvini, DI Maio, Tria e altri ministri per decidere i contenuti della finanziaria. Finora, sembra che si siano raggiunti due punti fermi. Il primo l'entità totale: circa 30 miliardi. Di cui 12-13 per evitare l'aumento dell'Iva previsto dalle clausole di salvaguardia e il resto equamente diviso tra Lega e M5S per la realizzazione dei loro programmi (una volta si chiamavano mance elettorali, ma si vede che i tempi cambiano, ndr). Il secondo punto riguarda il deficit, che Tria vorrebbe fermo all'1,6%, ben al di sopra dello 0,8% che l'Italia ...

Ne ha dato notizia lo stesso Calenda

La cena tra i big del Pd (Renzi, Minniti, Calenda e Gentiloni) si farà

17/09/2018, 10:34 -
ROMA - Sono arrivati tutti i sì alla proposta di Carlo Calenda: Matteo Renzi, Paolo Gentiloni e Marco Minniti hanno accettato di partecipare ad una cena con lo stesso Calenda per discutere del futuro del Pd. L'unica differenza è che la è stata spostata la data, per conciliare le esigenze di tutti. A darne notizia è stato lo stesso Calenda: "La data è stata spostata e per evitare l'ennesimo tormentone sul PD rimane riservata". Il tutto avviene proprio il giorno dopo in cui il segretario Maurizio Martina ha annunciato il Congresso del ...

Garanzie per Mediaset in cambio dell'elezione di Foa

Incontro tra Salvini e Berlusconi, si rinsaldano i legami del centrdoestra

17/09/2018, 09:02 -
ARCORE (MONZA) - Incontro ieri sera tra il segretario della Lega Nord Matteo Salvini e il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. Alla fine, si sono avviati accordi su diversi punti; anche se si aspetta un nuovo incontro in settimana, a cui parteciperà anche Fratelli d'Italia, per formalizzare il tutto. L'accordo tra i due leader di partito si dovrebbe basare sostanzialmente su uno scambio: Forza Italia voterà a favore di Marcello Foa, se la Lega lo ripresenterà come candidato alla presidenza della Rai; in cambio la Lega tutelerà gli interessi di ...

Episodio inqualificabile del Ministro degli Interni

Salvini aggredisce verbalmente il Ministro del Lussemburgo

14/09/2018, 16:19 -
VIENNA (AUSTRIA) - Oggi era in programma un incontro tra i ministri degli Interni dei Paesi della Ue. Ma grazie al nostro Ministro Matteo Salvini, è stato un incontro molto teso e poco produttivo. L'incontro è iniziato con la Germania che ha smentito Salvini, ricordando che l'accordo sui migranti è già concluso e mancano solo aspetti tecnici (ieri Salvini aveva detto che non c'era alcun accordo. Poi Salvini nel suo discorso ha avuto parole esageratamente dure: "Ho sentito da qualche collega dire che c'è bisogno di immigrazione perché la ...

Il rischio è di creare un danno erariale

M5S e Lega forzano la legge per aver Foa nel Cda Rai

13/09/2018, 18:18 -
ROMA - Lega e Movimento 5 Stelle continuano ad ignorare le leggi, pur di occupare tutte le poltrone con i loro fedelissimi. Lo hanno dimostrato anche oggi in Commissione Vigilanza Rai con una mozione - firmata da Gianluigi Paragone per il Movimento 5 Stelle e Paolo Tiramani per la Lega - che chiede di poter rivotare come amministratore delegato della Rai chiunque, senza limitazioni. Questo significa che Marcello Foa, la cui candidatura è stata già respinta dalla Commissione di Vigilanza Rai, potrebbe essere ripresentato. Magari dopo un accordo tra Salvini e ...

21 persone della maggioranza hanno votato contro

Passa la fiducia sul decreto Milleproroghe con 329 voti a favore

13/09/2018, 16:49 -
ROMA - Passa senza problemi la prima fiducia chiesta da questo governo. Era stata chiesta ieri sul decreto Milleproroghe, e oggi è avvenuta la discussione e la votazione. Con esito soddisfacente per la maggioranza e il governo: 329 sì, 220 no e 4 astenuti. Interessante notare che rispetto al voto di fiducia che ha dato il via a questo governo, mancano 21 voti. Segno di un lieve malumore nella maggioranza. Non che con l'opposizione vada meglio. Oltre a contestazioni nel merito - come per esempio la norma che sui vaccini consente di aggirare la legge Lorenzin ...

Altre notizie

Cerca notizia